Resta in contatto

News

Udienza al Coni: le posizioni dei legali della Ternana

Massimo Proietti

Spasiani, Proietti e Giotti intervengono in aula, ribattendo alla tesi difensiva esposta dalla Federcalcio.

Per la Figc, il ripescaggio non è un diritto, nè un atto dovuto. E’ solo un’opportunità concessa solamente nel caso in cui si scegliesse di procedere ad attuarlo. La federazione ha ritenuto di non farlo e di partire con la serie B a 19, anche perché la sospensova del Coni alle sentenze pro Novara avrebbe imposto di partire subito con format ridotto per evitare il rischio di andare troppo alle lunghe. In sostanza, la posizione dell’ente federale è questa, davanti al Collegio di garanzia del Coni dove si sta discutendo sulla B a 19 squadre con blocco di ripescaggi e sui criteri per procedere ai ripescaggi stessi. I legali della Ternana, però, controbattono punto per punto.

RIPESCAGGIO: NON UN DIRITTO, MA COMUNQUE UN INTERSSE PROTETTO. Secondo Mario Rosario Spasiano, è vero che il ripescaggio non è un diritto. Infatti, è un interesse giuridicamente protetto anche in seguito a precisi criteri imposti dalla stessa Figc, la quale aveva su questo chiesto delle garanzie. Per Spasiano, si sarebbe dovuto partire a 22 squadre, per poi inserire dopo le squdre ripescate.

ATTO DI IMPERIO ED EVENTUALITA’ DECADUTA. Massimo Proietti ha parlato della decisione presa dal commissario straordinario della Figc di cambiare le norme Noif e varare sin da quest’anno una B a 19, dicendo che, anche se avesse avuto potere per farlo, sarebbe comunque servita una maggioanza collegiale molto ampia. Quindi, sarebbe stato un atto di imperio. Ripescaggio solo un’eventualità? No, per Proietti, poichè il comunciato del 18 luglio che parlava di questa, è stato poi seguito dalle richieste di presentazione di domande e annesse garanzie e, dunque, l’eventualità sarebbe così decaduta.

NESSUNA URGENZA DI PARTIRE CON LA B A 19. Infine, Fabio Giotti ha fatto riferimento ad una violazione che la Lega di serie B avrebbe fatto il 31 luglio, non avendo trasmesso alla Figc, come richiesto, la documentazione per una serie  B a 22 squadre e sulle integrazioni di organico. Dicendo pure che l’urgenza di partire subito col campionato non c’era, poiché il campionato prevede tre soste.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News