Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana arrivata al Coni, scattate le udienze: cresce l’attesa

Coni
Coni

In corso la riunione del Collegio di Garanzia: per la società rossoverde presenti il presidente Ranucci e gli avvocati Massimo Proietti e Fabio Giotti. Ecco il calendario delle discussioni

La Ternana è arrivata poco prima di mezzogiorno a Roma, nella sede del Coni: con il presidente Stefano Ranucci gli avvocati Massimo Proietti e Fabio Giotti. La commissione riunita presso il salone d’onore dell’organismo è presieduta dall’ex ministro e parlamentare Franco Frattini ed inoltre quattro presidenti di sezione ed una vice:  Mario Sanino, Massimo Zaccheo, Dante D’Alessio, Virginia Zambroni e Gabriella Palmieri Sandrulli. E’ la stessa composizione del Collegio a sezioni unite che si è pronunciato sul ricorso presentato dall’Avellino a fine luglio.

L’udienza è già cominciata ma prima si è parlato delle questioni inerenti l’inquadramento del calcio femminile all’interno della Figc alla mancata calendarizzazione dell’assemblea elettiva da parte di LND, Lega Pro, Assocalciatori e Assoallenatori. Quindi si parlerà della famosa norma D4, cancellata dal Tnf relativa ai criteri di ripescaggio sul quale pende la sospensiva del Coni. Sarà discusso il ricorso presentato da Ternana, Siena e Pro Vercelli. Poi si parlerà del ricorso delle stesse tre società  in merito al format cadetto e si deciderà sull’assemblea di Lega in serie B.

Il presidente della Lega Pro Gravina, parlando a TuttaC si dice ottimista: “Sono fiducioso perché credo nel rispetto delle regole. Mi aspetto che venga ripristinato l’equilibrio attraverso le norme. Ho piena fiducia negli organi di giustizia e seguendo le normative, queste dicono che quel tipo di provvedimento non era assolutamente applicabile e non era neppure ipotizzabile. La mancanza di regole o il non rispetto delle stesse offre l’opportunità a contestazioni, che minano le certezze del sistema e non è il calcio che vogliamo, per i tifosi, per i club e per tutti coloro che vi operano. l calcio non si può considerare solo dal punto di vista della dimensione economica, sebbene sia un elemento di cui non può fare a meno. E’ necessario conciliare questo valore con la dimensione sociale all’interno di un sistema complesso. Senza certezze, non si crea. Senza regole, e senza il rispetto, non si può costruire un calcio di condivisione e di confronto che abbia come obiettivo e vantaggio il benessere collettivo”.

Bocche cucite per ora in casa rossoverde. Ricordiamo che non è possibile fare dirette facebook delle udienze

Intanto, oggi pomeriggio alle 15 a Ferentino, De Canio e i suoi giocatori saranno in campo nell’amichevole a porte chiuse contro il Frosinone dell’ex Raffaele Maiello.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il difensore rossoverde, alla prima da titolare con le Fere, parla ai microfoni di 'Am...
L'ellenatore rossoverde ha parlato nel dopogara in conferenza stampa, ma anche ad AM Terni Television...
Rossoverdi pressoché perfetti nella trasferta del Barbera, un secondo tempo magistrale da parte di tutti...

Dal Network

Il tecnico: "Abbiamo approcciato bene, poi sul 2-1 per gli umbri abbiamo perso le misure...
Una pessima difesa concede tre gol e diversi contropiedi agli ospiti. Lund e Brunori non...
Il tecnico rosanero scoglierà le riserve solamente all'ultimo momento. Ballottaggi in difesa, a centrocampo e...
Calcio Fere