Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Adesso la Ternana fa più di due gol a partita

Con l'arrivo di Breda sulla panchina rossoverde la media realizzativa è schizzata alle stelle: 11 in sole 5 giornate, più delle metà del totale

Cinque indizi cominciano a fare molto più di una prova. Da quando Roberto Breda è arrivato sulla panchina della Ternana la media gol si è impennata: con i tre realizzati dalle Fere a Lecco (con il quarto probabilmente regolare annullato a Luperini), sono 11 nelle 5 gare sotto la gestione del tecnico trevigiano, vale a dire 2,2 a partita.

Un rendimento completamente opposto rispetto al recente passato, visto che nelle prime 12 giornate erano attivate soltanto 10 centri, praticamente meno della metà dei 21 totali, con a disposizione più del doppio degli incontri. Nell’ultimo mese con la nuova guida tecnica, le Fere non sono mai rimaste a secco ed hanno esaltato la vena realizzativa di Raimondo (4 gol con due doppiette nelle ultime due trasferte) e Casasola (3 volte a segno), oltre ad aver riscontrato la grande crescita di Distefano, autore di 1 gol e 2 assist decisivi. Per concludere, nelle ultime 5 gare soltanto il Cittadella (13) e la Sampdoria (12) sono riusciti a fare più punti della Ternana, in tutta la Serie B

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Stefano
Stefano
2 mesi fa

Già perché in quelle prime 12 giornate la squadra, e in particolare i giovani che l’anno scorso militavano nel campionato Primavera, non si sono “fatti le ossa”, non hanno maturato esperienza in categoria, non hanno conquistato quei 6 punti che alla fine faranno comunque la differenza fra salvezza e retrocessione. Che Breda abbia fatto un ottimo lavoro è indiscutibile, così come lo è la sua dimostrata perizia tecnica ed umana, d’altro canto lo dicono chiaramente i risultati ottenuti oggi, a Terni, e durante la sua lunga carriera. C’è davvero bisogno di continuare a magnificare il suo attuale “buon” lavoro, facendo… Leggi il resto »

Renzo
Renzo
2 mesi fa
Reply to  Stefano

Quello era un Somaro e basta capitato per caso fortuito con squadra fatta da altri raccogliendo i frutti.

Stefano
Stefano
2 mesi fa
Reply to  Renzo

Non c’entra niente Lucarelli. Se sia bravo o somaro, se abbia vinto per caso o meno, se sia bello oppure brutto interessa solo a te, che senza di lui non sapresti che cosa scrivere. C’entra invece il fatto che sia stato l’allenatore della Ternana per 3 anni, facendo onestamente il proprio lavoro ed ottenendo risultati che nessun allenatore aveva ottenuto prima di lui: campionato e supercoppa. Sono due mesi che se ne è andato, e si continua ancora subdolamente ed immotivatanente a dargli addosso, svilendo i risultati ottenuti da lui ad inizio stagione per esaltare quelli di Breda nelle prime… Leggi il resto »

Articoli correlati

Dopo la vittoria di Reggio Emilia, Breda cambia poco o nulla....
Il tecnico chiama 24 calciatori, recupera Pyyhtiä e Distefano....
Il diesse parla al quotidiano Repubblica: "Favilli? Più forte di Petagna"....
Calcio Fere