Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Cosenza-Ternana 1-3, Casasola colpisce, Raimondo finisce

Tutto nella ripresa, l'argentino apre, il ravennate chiude, vano il rigore di Tutino.

Il lungo digiuno è finito. Dal 15 ottobre 2022, a Benevento, la Ternana non vinceva più fuori casa. Lo ha fatto a Cosenza, piazzando nella ripresa un 3-1 secco e meritato con il quale si prende pure tre punti salvezza pesantissimi. In vantaggio nella ripresa, il pareggio momentaneo, l’uno-due di Raimondo, poi il resto lo ha fatto Calò lasciando i suoi in dieci per aver mandato a quel paese l’arbitro. Meglio il Cosenza nel primo tempo ma con un predominio sterile, bene la Ternana nel secondo tempo ma con i gol pesanti.

PARI CON SOFFERENZA. Inizio con il Cosenza più intraprendente. Atteggiamento costante per tutta la durata della frazione. Primo pericolo verso Iannarilli con il colpo di testa alto di Tutino, da calcio d’angolo. Poi il tentativo in acrobazia di Florenzi con palla deviata in angolo da Celli. Fortunatissima la Ternana quando Tutino, scattato sul filo del fuori gioco, ha superato Lucchesi con n dribbling e piazzato il diagonale, con il palo interno a graziare i rossoverdi. Lupi sempre più pericolosi e la difesa della Ternana è in sofferenza. La squadra di casa si è ritrovata spesso a farsi insidiosa nell’area avversaria. Prima sostituzione in casa Cosenza, con Canotto uscito per un problema muscolare e rimpiazzato da Forte. Proprio da quest’ultimo, quasi subito, un tiro insidioso parato bene da Iannarilli.

SI SVEGLIA RAIMONDO. Con Favasuli in campo al posto di Celli, Breda dà maggiore spinta alla sua squadra sin dall’inizio della ripresa. Infatti, pochi minuti dopo è arrivata la rete del vantaggio, con cross dello stesso Favasuli e tiro diagonale vincente dell’argentino per l’1-0 rossoverde. Poi, però, cco la solita cattiva gestione di risultati ed episodi. Conclusione dalla distanza, Iannarilli incerto nella respinta e successivo fallo di Sørensen su Tutino. Calcio di rigore e rete dello stesso Tutino. Ma le emozioni non sono finite. La Ternana ha preparato in pochi minuti un bell’uno-due vincente.Prima con una ripartenza della Ternana, ecco il nuovo vantaggio rossoverde, trovato da Raimondo. Poi, ancora Raimondo, stavolta da cross di Diakite, ha infilato la porta a due passi dal portiere. 3-1. Tutto difficile per il Cosenza, che si ritrova poi pure con un uomo in meno per l’espulsione diretta di Calò. La partita è andata avanti con la Ternana in scioltezza e capace di farsi ancora pericolosa, ma con un Cosenza senza più nulla da perdere e a sua volta capace di impegnare un paio di volte Iannarilli. Ma era ormai troppo tardi, perché il punteggio potesse cambiare.

Il tabellino

COSENZA-TERNANA 1-3

COSENZA (4-2-3-1): Micai; Martino, Sgarbi, Meroni, Cimino (24’st D’Orazio); Calò, Praszelik; Canotto (36’pt Forte), Florenzi (24’st Marras), Mazzocchi (30’st Voca); Tutino.

Panchina: Marson, Rispoli, Fontanarosa, La Vardera, Zuccon, Crespi, Zilli, Arioli.

Allenatore: F.Caserta.

TERNANA (3-4-1-2): Iannarilli; Diakite, Sørensen, Lucchesi; Casasola (32’st Mantovani), Labojko, De Boer (25’st Pyyhtiä), Celli (1’st Favasuli); Falletti (40’st Luperini); Raimondo, Distefano (25’st Dionisi).

Panchina: Brazão, Vitali, Capuano, Marginean, Garau, Della Salandra. Allenatore: R.Breda.

Arbitro: Perenzoni (Rovereto).

Marcatore: 4’st Casasola, 10’st Tutino rig, 15’st e 23’st Raimondo.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

L'incredibile stagione del capocannoniere rossoverde, mai a segno finora fra le mura del Liberati...
Ternana-Lecco, le probabili formazioni e dove vederla: tutto sulla sfida in programma sabato 24 febbraio...
Torna al Liberati la sfida contro i blucelesti dopo più di 17 anni, bilancio nettamente...
Calcio Fere