Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Ternana, il pagellone del Girone di andata: attacco deludente

A sorpresa, il reparto offensivo rossoverde è stato quello con i numeri peggiori rispetto agli altri. Da punto di forza a problema

La metamorfosi della Ternana rispetto al recente passato può essere spiegata soprattutto guardando i numeri offensivi. Da punto di forza, l’attacco rossoverde si è rivelato finora una delusione, visto che alla voce gol segnati le Fere sono la squadra peggiore tra le prime 12 in classifica, con soli 20 centri (in pratica una media di uno a partita). A causa di alcuni infortuni importanti e l’involuzione di altri protagonisti, il rendimento degli attaccanti, in generale, non è stato all’altezza. Ma vediamo ora nel dettaglio i singoli calciatori.

CESAR FALLETTI 5: Purtroppo il grave infortunio della passata stagione sta condizionando anche questa. Non è ancora il vero Falletti, il fuoriclasse che ha fatto innamorare Terni, ma i tifosi rossoverdi sperano che possa tornare ad esserlo il prima possibile. Troppo spesso fuori dal gioco, ha mostrato soltanto a sprazzi l’enorme talento che tutti conoscono. E’ riuscito a mettere la sua firma soltanto su calcio di rigore. 14 presenze, 2 gol e 739 minuti.

ANDREA FAVILLI 6,5: Parte benissimo, con un gol alla prima presenza, in poco tempo si conquista la maglia da titolare al centro dell’attacco. Le sue caratteristiche, uniche nel roster rossoverde, gli permettono di fare reparto da solo ed essere utile alla squadra anche lontano dall’area avversaria. Qualche acciacco fisico di troppo non gli consentono di mantenere quella continuità che mai ha avuto in carriera. Con 4 gol è il capocannoniere (insieme a Partipilo) della squadra, 13 le presenze e 903 minuti in campo.

ANTHONY PARTIPILO 6: Aveva cominciato bene il campionato, con il bellissimo gol-vittoria alla Reggina, la rete decisiva nel derby e la straordinaria rovesciata contro il Palermo. Poi il fantasista barese si è inceppato, complice anche il momento negativo di tutto l’attacco. Poco ispirato e poco lucido sotto porta, sicuramente la pausa gli farà bene per ricaricarsi. 18 presenze, 4 gol e 2 assist in 1.520 minuti non sono un pessimo bottino, ma da lui ci si aspetta molto di più.

ALFREDO DONNARUMMA 5: Finora non è stato il suo anno, molto al di sotto del rendimento della scorsa stagione, anche (e soprattutto) per i problemi fisici. Ha iscritto il suo nome nel tabellino dei marcatori soltanto una volta, a Parma, per il resto è stato poco incisivo quando schierato in campo. Lucarelli gli ha spesso preferito Favilli, tanto da alimentare anche una polemica, poi rientrata, circa il suo scarso impiego e una possibile cessione a gennaio. Che il vero campionato di Donnarumma abbia inizio. 10 presenze, 1 gol, 2 assist e 435 minuti giocati.

STEFANO PETTINARI 5: Come per il compagno di reparto, gli infortuni ne hanno condizionato l’impiego ed il rendimento. Di fatto, è la terza punta, anche se può giocare con un altro attaccante vicino, giocatore di grande classe, che però sembra involuto rispetto al recente passato. Bello e importante il gol a Benevento, sublime l’assist di tacco per Raul Moro contro il Palermo, ma troppo poco per uno come lui. 12 presenze, 1 gol, 1 assist e 429 minuti.

RAUL MORO 5,5: Il talento c’è, ma a 20 anni spesso si scontra con la discontinuità. Né Lucarelli prima, né Andreazzoli adesso gli stanno dando grande spazio, con le sue caratteristiche torna utile nei finali di partita per tentare di spaccare le difese avversarie. Finora, però, solo una gioia e molti bocconi amari. 12 presenze, 1 gol e 298 minuti.

SPALLUTO, CAPANNI E ROVAGLIA S.V.: Ad oggi rimangono oggetti misteriosi. I tre giovani, di cui solo l’esterno umbro scuola Milan era a già a Terni la scorsa stagione, hanno messo insieme la miseria di 3 gettoni ciascuno. Certamente la presenza di giocatori importanti ed esperti ha chiuso loro le porte, ma, in alcuni momenti della stagione, ci si sarebbe aspettato di vederli più spesso all’opera.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Hahahaha ma che cavolo dici .....mi tenevo Lucarelli 1000 volte grande allenatore del catenaccio"

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Se dobbiamo paragonare Lucarelli al catenacciaro Andreazzoli tutta la vita Lucarelli...."

Mercato nullo: a che campionato può aspirare la Ternana? Dite la vostra (SONDAGGIO)

Ultimo commento: "Ma quale serie A dovesse accadere chi ti dà i soldi per iscrizione e tutto il resto, la serie A costa,se riesci ad arrivarci devi sperare in un suo..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Rubriche