Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ternana, che succede?

Da schiacciassi d’autunno a sterile incompiuta, come è calata la squadra in poco tempo, nonostante il cambio in panchina

Da una media a un’altra. Da doctor Jeckyll a mister Hide. E’ la metamorfosi avuta dalla Ternana nel giro di pochissimo tempo, passando dall’essere la squadra più in forma al divenire una macchina inceppata. Prima si vinceva, ora non si vince quasi più. Prima si segnava tanto, adesso i gol arrivano col contagocce e con tante difficoltà. Capolista con pieno merito a ottobre, poi ecco l’improvvisa parabola discendente. Ripercorriamo le tappe di questi due andamenti differenti.

GIOCATTOLO INCEPPATO. L’ultimo vero grande squillo, la gara vinta a Benevento 3-2, per di più in rimonta. Quinta vittoria di fila e successo che fruttava alla Ternana il primo posto in classifica. Succedeva il 15 ottobre 2022. In quel momento, la squadra allenata da Cristiano Lucarelli inanellava 5 vittorie consecutive e un parziale impressionate di 16 punti in appena 6 partite, per una media stellare di quasi 2,7 punti a patita e con 13 reti segnate, vale a dire più di due a partita mediamente. Ma da lì, il meccanismo si è praticamente bloccato. La conseguenza è stata un segmento di campionato fatto di appena 7 punti in 9 partite giocate, meno di un punto a gara. Dalla sconfitta con il Genoa a quella con il Como, entrambe al Liberati, due mesi di poca brillantezza e pochi risultati, con tanto di cambio alla guida tecnica con l’arrivo di Aurelio Andreazzoli al posto di Lucarelli. Lo score è di una sola vittoria, 4 pareggi e 4 sconfitte. Il gol fatti sono stati appena 4, due su azione e due su rigore, quelli subiti sono stati 10, 8 dei quali nelle ultime 5 partite.

POLVERI BAGNATE. Il momento è coinciso anche con il rendimento non più brillante di alcuni uomini chiave. Su tutti, Anthony Partipilo e Antonio Palumbo. I due, punte di forza e di diamante della serie vittoriosa tra settembre e ottobre, hanno cominciato a calare nelle prestazioni e a non dare più il loro apporto decisivo fatto di assist e di gol. Anche Cesar Falletti, atteso al suo pieno recupero dopo i problemi fisici avuti, stenta a ritrovare sè stesso e non sta ancora dando l’apporto alla squadra che ci si attende da uno come lui. Passi indietro anche nel filtro a centrocampo e nelle attenzioni in fase difensiva.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

L’esito del sondaggio: la Ternana dovrebbe richiamare Lucarelli

Ultimo commento: "Società completamente disorganizzata, regna ancora ad oggi 25 gennaio una grande confusione.......per me si rischia tanto.....ci vorrebbe un DG con..."

Vota il miglior calciatore rossoverde del 2022 nel nostro SONDAGGIO

Ultimo commento: "Bravissimo e molto tattico. Complimenti al suo mister."

Ternana, continua la crisi. Giusto proseguire con Andreazzoli?

Ultimo commento: "Vi scrivo da Empoli, Andreazzoli è un grandissimo allenatore e promuove un calcio moderno....dategli tempo e magari giocatori adatti al suo gioco e..."

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti