Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Ternana, un avversario alla volta: Como

Nuova scheda le schede su ognuna delle 19 avversarie dei rossoverdi in campionato. Voglia di volare con un nome illustre.

La redazione di Calciofere continua con l’iniziativa di proporre le schede su tutte le avversarie della Ternana nel prossimo campionato di serie B. In questa, riflettori puntati sul Como, che i rossoverdi di Cristiano Lucarelli dovranno incontrare in campionato il 17 dicembre 2022 alla diciottesima giornata allo stadio Liberati, con ritorno al Sinigaglia il 13 maggio 2023.

SCHEDA AGGIORNATA AL 7 AGOSTO 2022.

GRANDI FIRME. Al suo primo anno in serie B faceva paura. Ma alla fine, è stato solo il proverbiale “cagnolino che abbaia, ma non morde”. Ora, però, si fa sul serio. Dopo la prima stagione passata a doversi adattare a una categoria nuova (veniva dalla Lega Pro), adesso l’ambiziosa e ricca proprietà dei fratelli cino-indonesiani Hartono vorrà sicuramente qualcosa di più. Vorrà spostare il mirino della stagione alle zone alte della classifica, per puntare alla serie A anche in questo campionato in cui la concorrenza appare foltissima. Intanto, uno squillo è arrivato grazie ai contatti che ha il presidente manager dei lariani, l’ex calciatore inglese Dennis Wise. Lo squillo è quello dell’arrivo nientemeno che dell’asso spagnolo Cesc Fabregas, pronto intanto a giocare con la maglia del Como per due anni e poi ad entrare pure nella compagine societaria come azionista. E come se non bastasse, sempre come nuovo azionista si fa pure il nome di Thierry Henry. Roba grossa. Il Como vuole fare sul serio. Vuole la serie A. In realtà, la stagione è cominciata male, con l’eliminazione dalla Coppa Italia e la lezione presa dallo Spezia. Ma è pur sempre calcio d’agosto.

L’ALLENATORE. Il Como va avanti sotto il segno della continuità tecnica. Riconfermando ancora una volta l’allenatore che aveva riportato la squadra in serie B nel 2020-2021. Uno che la Como calcistica la conosce come le proprie tasche, essendo stato lì stato prima anche da calciatore. Ma soprattutto, essendo proprio un comasco. Tutti ingredienti per procedere alla riconferma di Giacomo Gattuso, artefice dalla panchina dell’impresa di due stagioni prima con la vittoria del campionato di serie C nel girone A. Ora è chiamato alla sua seconda stagione in serie B, dopo la prima annata di ambientamento alla serie cadetta.  Il tecnico dei Lariani, indigeno, ha 54 anni. non è parente nemmeno alla lontana con Gennaro Gattuso, suo collega e pluridecorato da calciatore grazie ai successi e i trofei raggiunti sia nel Milan che nella Nazionale italiana. Nel Como, dunque a casa sua, Giacomo Gattuso aveva pure cominciato la carriera da calciatore nelle giovanili. Da tecnico, dopo aver esordito nella Canzese, è passato al Novara. Dopo una parentesi proprio a Como, ha lavorato di nuovo a Novara come allenatore della Primavera e della Berretti. A Como, ci era poi tornato ancora una volta come allenatore in seconda, da collaboratore di Marco Banchini. Poi, dopo l’esonero di quest’ultimo, la società lariana gli ha affidato la guida tecnica della prima squadra. Lui ha risposto ripagando in pieno la fiducia della dirigenza e centrando con il suo gruppo la promozione in serie B. Il modulo tattico che adotta potrebbe essere anche in questo campionato il classico 4-4-2, formula trovata in corsa nella passata stagione.

GLI ACQUISTI. Il nuovo arrivo più importante del calciomercato estivo di serie B riguarda proprio il Como. Quello di Cesc Fabregas. Il centrocampista, campione del mondo e d’Europa con la Nazionale spagnola, ha accettato l’offerta della società lariana ed ha firmato un contratto biennale. Gli altri arrivi, aggiornati al 7 agosto 2022, sono stati per la difesa Luis Binks dal Bologna, Filippo Delli Carri dalla Juventus e Cas Odenthal dal Nec Nijmegen; per il centrocampo Racine Ba dalla Correggese; per l’attacco Leonardo Mancuso dal Monza e Liam Kerrigan dalla University college Dublin. Più il portiere Simone Ghidotti dalla Fiorentina. Altre operazioni in entrata hanno riguardato riconferme di alcuni calciatori già nel Como nella passata stagione

IL PRECAMPIONATO. La preparazione estiva del Como è cominciata con il ritiro in Valtellina, a Bormio, dal 4 al 23 luglio. La squadra ha disputato sei test estivi. Il 10 luglio con la Bormiese vinto 7-1, il 16 luglio con il Muggiò (5-1), il 20 luglio con l’Alto Lario (4-0), poi la sconfitta per 4-0 il 23 luglio nell’amichevole di lusso con l’Atalanta e due test il 30 luglio con Cantù Sanpaolo (15-0) e con lo Stresa (4-0). Primo impegno ufficiale, la gara di Coppa Italia, persa per 4-1 con lo Spezia.

LA ROSA. Questo l’organico del Como al 7 agosto 2022, in attesa dei prossimi movimenti di mercato.

PORTIERI: Pierre Bolchini, Simone Ghidotti, Matteo Piombino, Luca Zanotti.

DIFENSORI: Davide Bertoncini, Luis Binks, Andrea Cagnano, Filippo Delli Carri, Nicholas Ioannou, Cas Odenthal, Filippo Scaglia, Matteo Solini, Gabriele Verga.

CENTROCAMPISTI: Tommaso Arrigoni, Racine Ba, Alessandro Bellemo, Alejandro Alex Blanco, Edoardo Bovolon, Enrico Celeghin, Cesc Fabregas, Ismail H’Maidat, Alessio Iovine, Elvis Kabashi, Liam Kerrigan, Marco Andrea Tremolada.

ATTACCANTI: Alberto Cerri, Mujtir Chajia, Elia Di Giuliomaria, Alessandro Gabrielloni, Massimiliano Gatto, Ettore Gliozzi, Leonardo Mancuso, Vittorio Parigini.

LO STADIO. Lo stadio dove il Como gioca le sue partite casalinghe è il Giuseppe Sinigaglia. L’impianto, posto proprio a due passi dal Lago di Como, è intitolato a un campione di canottaggio morto nella Prima guerra mondiale. Uno stadio che, in passato, ha più volte ospitato anche le partite di serie A, categoria nella quale la squadra lombarda ha partecipato a più riprese. Il Sinigaglia è stato inaugurato nel 1927. Il terreno di gioco è in erba e gli spalti sono omologati per 13.600 spettatori.

OGGI GIOCHEREBBE COSI’ (fare click sull’immagine per ingrandirla)

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Rubriche