Resta in contatto

Le pagelle di Calciofere

Le pagelle di Ternana-Frosinone: Palumbo mago, Pettinari decisivo

La Ternana ha pareggiato 4-4 al Liberati con il Frosinone al termine di un match rocambolesco. Ecco  i voti di Calciofere.it

 

IANNARILLI 5.5

Molte volte ha salvato la squadra, togliendo le castagne dal fuoco e risultando spesso decisivo come e più degli attaccanti. Stavolta no. Prende tre gol e non è reattivo come sempre. Paga, probabilmente, lo stop per Covid. GRIGIO.

DIAKITE’ S. 6

Tornava in campo da titolare dopo qualche partita. Fa il suo, in un ruolo che non gli è molto congeniale. Diligente, gioca senza strafare. ORDINATO

BOGDAN 5

Al di là dell’autogol, molto sfortunato, resta di sasso sul gol del 3-3 di Gatti, che può controllare e tirare indisturbato. Pomeriggio non positivo. OPACO

 CELLI 5.5

Pomeriggio complesso, perchè in generale la squadra si è fatta trovare spesso sbilanciata. Sul terzo gol del Frosinone è in ritardo, come i compagni di reparto. OPACO/2.

DEFENDI 6.5

E’il primo dei rossoverdi a rendersi pericoloso ed è sempre lì a fare buona guardia. Da capitano, prova a suonare la carica e spesso ci riesce. PREZIOSO

 

KOUTSOUPIAS 6

Lavoro oscuro, da vero mediano, in una partita complicata per parecchi aspetti. Non brilla come in altre circostanze, ma fa il suo con diligenza. PRESENTE

PROIETTI 6.5

Anche per lui una partita di sostanza, senza badare troppo alla forma. Del resto l’avversario richiedeva prontezza, anche a scapito delle giocate. Non si fa sorprendere e segna un bel gol ATTENTO

PALUMBO 7

Dal suo piedino fatato esce l’ennesima magia, un tiro dal limite dell’area che vale il momentaneo 2-1 delle Fere. La Ternana non può fare a meno delle sue geometrie. MAGO

 MARTELLA 6

Macina la solita quantità industriale di chilometri, ma dai suoi piedi non partono come sempre palloni importanti. Si batte comunque con grinta. MOTORINOon è la sua giornata. Torna in campo da titolare dopo l’infortunio e non ha palloni da giocare. Si batte, ma corre a vuoto. IN CHIAROSCURO

PARTIPILO 6.5

Dal suo piede parte il tiro che poi si trasforma nell’azione del pareggio. C’è sempre, quando serve. E tanto basta. Corre e lotta fino all’ultimo secondo del match. Non commette alcun fallo da rigore, su Tribuzzi resta fermo. NECESSARIO

DONNARUMMA 6

Tocca un solo pallone vero, ma è quello sul quale Minelli commette l’autogol che vale il primo pareggio dei rossoverdi. Continua a viaggiare ad intermittenza. INTERRUTTORE

BOBEN 5

(dal 7’st per Diakitè S.)

Rileva Diakitè e va subito in difficoltà. Come i suoi compagni di reparto, si fa sorprendere sul terzo gol del Frosinone ed è spesso in ritardo. INSUFFICIENTE

GHIRINGHELLI 6

(dal 26′ st per Defendi)

Entra per Un Defendi stanchissimo, fa il suo. DILIGENTE

PETTINARI 7

(dal 26’st per Martella)

Appena entrato sfiora subito il gol e poi lo segna effettivamente, anche se forse appoggiandosi su Szyminski. Ma il pallonetto con cui scavalca Minelli vale da solo il voto. DETERMINANTE

AGAZZI sv

(dal 35’pt per Palumbo)

Pochi minuti per segnare il suo ritorno in campo dopo lo stop

CAPUANO

(dal 35’st per Donnarumma)

Anche per lui il rientro dopo l’infortunio, contro la sua ex squadra

LUCARELLI 6.5

La difesa è tornata quella di inizio stagione, forse perchè gli obiettivi sono più sfumati. Ma la squadra ha saputo reagire a tutti i gol del Frosinone e questo è sicuramente merito suo. Indovina l’ingresso di Pettinari. Il rigore inventato dall’arbitro nel finale non fa testo.

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Le pagelle di Calciofere