Resta in contatto

News

Ternana, il pagellone del girone di andata: i centrocampisti

Analizziamo il rendimento dei rossoverdi nel reparto mediano: grandi potenzialità, non sempre espresse al massimo

Se la chiamano la zona nevralgica del campo, un motivo c’è. E a maggior ragione nel 4-2-3-1 di Cristiano Lucarelli, dove ai due mediani viene chiesto un grandissimo lavoro: devono fare da schermo davanti alla difesa e riproporsi velocemente in avanti per dare aiuto alla fase offensiva.

Talvolta, in questo girone di andata in Serie B, non è stato sempre possibile e in alcune occasioni il tecnico, per dare maggiore equilibrio, ha optato per un centrocampo a tre. In questo contesto ci sono state per gli interpreti prestazioni positive e altre meno.

ANTONIO PALUMBO: Senza dubbio è l’elemento con il maggior tasso qualitativo nel reparto, anche se non sempre ha soddisfatto pienamente le richieste di Lucarelli. Ma del suo talento e sulla sua grinta in mezzo al campo la Ternana non può assolutamente rinunciare, visto che è l’unico che può davvero illuminare la manovra nei primi 70 metri. Presenze 14, 1 gol. VOTO: 6.5

MATTIA PROIETTI: E’ stato il partner ideale di Palumbo nella linea mediana nei due anni di gestione Lucarelli, confermato anche con il salto di categoria. Ha alternato prove di spessore ad altre molto più negative, rovinate da errori marchiani che hanno condizionato il risultato. Presenze 15, 2 assist. VOTO: 5.5

DAVIDE AGAZZI: Con Palumbo fuori causa, nella prima parte è stato lui il titolare, dimostrando una buona affidabilità in entrambe le fasi. Con il passare dei mesi ha giocato soprattutto subentrando a partita in corso, facendo sempre quello che gli veniva richiesto. Presenze 12. VOTO: 6

FABRIZIO PAGHERA: Un girone di andata difficile per uno dei co-protagonisti della scorsa annata. Poche apparizioni in campo, soltanto due dal primo minuto. Presenze 8, 1 assist. VOTO: S.V.

ILIAS KOUTSOUPIAS: Uno dei volti nuovi e freschi di questa nuova Ternana, il 21enne greco ha impreziosito il reparto con delle caratteristiche uniche, un centrocampista moderno che fa interdizione e si inserisce. Va sicuramente “sgrezzato”, ma le potenzialità ci sono tutte. Presenze 8. VOTO 6+

ANIELLO SALZANO: Il “tuttofare” della scorsa stagione, come prevedibile dopo il mercato estivo, ha trovato meno spazio quest’anno nell’11 rossoverde. Ha cominciato il campionato da terzino sinistro, in attesa del periodo di rodaggio di Martella, poi è stato schierato sporadicamente nel suo ruolo originario, senza mettersi particolarmente in mostra, né in un senso, né nell’altro. Presenze 10, 1 assist. VOTO: 5.5

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News