Resta in contatto

Le pagelle di Calciofere

Le pagelle di Perugia-Ternana: Pettinari rapace, Falletti illuminante, Sorensen baluardo

I rossoverdi pareggiano 1-1 al Curi, grazie ad un ottimo secondo tempo. I voti del derby Calciofere.it

IANNARILLI 7

Salva la Ternana in avvio, parando il rigore di De Luca, poi non può nulla sul gol di Kouan. Nel resto della partita non è particolarmente impegnato, ma il penalty neutralizzato gli vale un voto alto in pagella. IPNOTICO

DIAKITE’ 6.5

Buona prova per il difensore francese, che spinge da terzino e gioca con attenzione quando viene schierato centrale. SOLIDO

CAPUANO 5.5

Purtroppo sulla valutazione incide il rigore procurato, all’interno di un primo tempo difficile per tutta la squadra. Viene sostituito nell’intervallo per cambiare sistema di gioco. SOTTOTONO

SORENSEN 7

Il danese di testa le prende tutte e si getta contro gli avversari per ribattere ogni loro tentativo di segnare. Tranquillo anche con il pallone tra i piedi. MURO

MARTELLA 6

Gioca una partita attenta, poi si ferma per un infortunio e Lucarelli lo sostituisce. SFORTUNATO

AGAZZI 6

Soffre come tutti i suoi compagni, ma senza troppe sbavature. Lascia il posto a Palumbo a fine primo tempo in una staffetta annunciata. ATTENTO

PROIETTI 6.5

Aveva bisogno di ritrovare un po’ di fiducia dopo l’ultimo periodo non positivo. Ci mette la grinta e maggiore attenzione. IN RIPRESA

FALLETTI 7

Le partite come il derby sono il suo habitat naturale ed è il più costante nel portare il pallone nella metà campo avversaria. E’ suo l’assist vincente per Pettinari, è uno degli ultimi ad arrendersi. FARO

DEFENDI 6

Confermato esterno offensivo come a Venezia, volenterosissimo come sempre, si danna l’anima ma poi in avanti perde lucidità. GENEROSO

PETTINARI 7.5

E’ sicuramente il suo momento e dopo la splendida punizione a Venezia entra nella storia del derby segnando il gol dell’importantissimo pareggio con freddezza. Nel resto della partita è uno dei più attivi in area, tanto che Lucarelli sceglie di tenerlo in campo e togliere Donnarumma nel finale. RAPACE

DONNARUMMA 5.5

Ci sono partite in cui risulta avulso dal gioco e della manovra, e il derby è una di quelle. Il suo nome non entra praticamente mai nelle cronache e questo per un attaccante pesa, anche se, soprattutto nel primo tempo, non gli arrivano molti palloni giocabili. FANTASMA

 

PARTIPILO 6

(dal 46′ per Capuano)

Solamente rivederlo in campo a poco più di una settimana di distanza dall’infortunio è una bellissima notizia. Viene buttato nella mischia ad inizio secondo tempo e, pur senza strafare, mette in apprensione la difesa biancorossa in diverse circostanze. FONDAMENTALE

PALUMBO 6.5

(dal 46′ per Agazzi)

Torna in campo dopo il periodo di positività al Covid e insieme a Partipilo suona la carica nel secondo tempo. Il suo talento è imprescindibile nel centrocampo rossoverde, con lui il gioco delle Fere è tutt’altra cosa. BENTORNATO

CAPONE 6

(dal 72′ per Donnarumma)

Si impegna molto e dalla sua parte nascono alcune situazioni interessanti nel finale di partita, ma si perde nel momento decisivo. INDECIFRABILE

GHIRINGHELLI 6

(dal 58′ per Martella)

Chiamato in causa per sostituire l’infortunato Martella, anche a sinistra fa una discreta figura, provocando un paio di pericoli per i Grifoni con delle discese puntuali in avanti. ISPIRATO

KOUTSOUPIAS S.V.

(dall’ 88′ per Falletti)

Solo spiccioli di derby per lui, entrato per sostituire lo stremato Falletti.

ALL. LUCARELLI 6.5

Nel primo tempo la sua squadra ha un atteggiamento troppo rinunciatario, poco spensierata come lui vorrebbe. Nella ripresa rivoluziona la Ternana con due cambi offensivi come Palumbo e Partipilo e lancia un segnale chiaro alla partita. Nel finale cerca anche di fare il colpaccio, rischiando quasi nulla dietro. CONDOTTIERO

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "non sò chi ha scritto l'articolo ma veniva dal Brescello e non dal Chievo ;)"

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciofere