Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – De Pandis (Calciolecce.it): “Giallorossi in salute, Falletti? Lo voleva Liverani…”

Abbiamo dialogato con il collega del portale del nostro gruppo Calciolecce.it, che segue le sorti del Lecce prossimo avversario della Ternana nel match in programma venerdì sera

Che Lecce troverà la Ternana e che partita dovrà attendersi?

Le Fere troveranno una squadra in salute, sconfitta solo una volta in questo campionato (all’esordio con la Cremonese) e decisa a giocare un ruolo da protagonista dopo la Serie A persa nelle ultime giornate dello scorso campionato. Messo in archivio il pareggio di Frosinone, il Lecce vorrà tenere i ritmi della partita in mano, magari cercando di far alzare il baricentro dell’avversario per poi colpire negli spazi che si potrebbero creare nelle corsie, zone del campo in cui Strefezza e Di Mariano stanno palesando una grande forma. Dall’altra parte, la statistica sui 10 gol subiti (miglior difesa del campionato insieme al Frosinone) dice tanto sul compito arduo che l’attacco rossoverde, uno dei punti di forza della squadra, dovrà risolvere. Ad oggi, non m’immagino una partita spettacolare.

Cosa si dice della Ternana a Lecce, cosa si teme di più?

C’è tanto rispetto per una squadra infarcita di ex che hanno fatto la storia del Lecce. Su tutti, Cristiano Lucarelli e Alessandro Conticchio, ribattezzato il Sindaco di Lecce dopo un gol segnato al Bari. Anche Defendi, nonostante abbia militato un solo anno, è ricordato per una rete importante che regalò la promozione di fatto nel 2009/2010. Ci si immagina la Ternana come una squadra propositiva, intenta a perseguire l’obiettivo della salvezza con una proposta di gioco offensivo e non pensando prima a non prenderle. Senza dubbio, le potenzialità dell’attacco non sono da sottovalutare. Alfredo Donnarumma è un bomber che farebbe comodo a tante squadre d’altissima classifica, se non di A. Con lui, c’è Cesar Falletti, obiettivo di mercato di Fabio Liverani ai tempi giallorossi. E’ da temere anche la voglia di rivalsa di Pettinari, ex che vorrà sicuramente incidere anche se impiegato a gara in corso.

Quanto peserà sulle due squadre il fatto di dover giocare due partite così ravvicinate?

Il Lecce ha dimostrato di avere ottime soluzioni di ricambio in difesa e a centrocampo. Sicuramente Baroni penserà anche alla prossima settimana, in cui la squadra affronterà SPAL in trasferta e Reggina in casa. Peserà da una parte però dall’altra parte sarà una variabile importante per dare maggior sicurezza a elementi che non hanno ancora spiccato il volo.

Per Meccariello e Lucioni che fra l’altro è anche nato a Terni, sarà una partita particolare. Come stanno vivendo la vigilia?

Sicuramente non sarà una partita ovvia per Meccariello, che della Ternana è stato anche capitano. Il difensore beneventano è un esempio di umiltà e disponibilità totale alla causa. Nonostante sulla carta abbia davanti tre elementi (Lucioni, Tuia e Dermaku), quando è stato chiamato in causa si è sempre espresso sopra la sufficienza. Per Lucioni invece sarà sicuramente un ritorno alla giovinezza. Anche lui, a suo modo, sentirà la partita.

Qual è la situazione della squadra e quale possibile formazione ci si può aspettare?

Baroni affronterà la Ternana con quasi tutta la rosa a disposizione. Gargiulo è sulla via del recupero e il solo Tuia sta sostenendo delle sedute differenziate in settimana. La formazione dovrebbe essere la seguente, schierata con il 4-3-3. In caso di condizioni non perfette dell’ex Cittadella subentrerà lo svedese Bjorkengren. Gabriel; Gendrey, Lucioni, Dermaku, Barreca; Majer, Hjulmand, Gargiulo; Strefezza, Olivieri, Di Mariano.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Rubriche