Resta in contatto

Le pagelle di Calciofere

Le pagelle di Alessandria-Ternana: Donnarumma killer, coppia difensiva da applausi

Vittoria delle Fere in trasferta al ‘Moccagatta’ contro i Grigi, decisiva la doppietta del numero 99 rossoverde. Ecco le pagelle di Calciofere.

IANNARILLI 6.5

Nel primo tempo è indeciso in un paio di occasioni, ma nella ripresa sfodera un intervento con il quale mantiene inviolata la porta rossoverde, che vale come un gol. FELINO

DEFENDI 6,5

Solita partita di sacrificio, chiamato più a guardarsi le spalle che ad offendere, ma si fa sempre trovare preparato. CAPITANO

SORENSEN 7

Di testa i palloni sono tutti suoi, bada al sodo quando non si deve rischiare e ripulisce l’area quando c’è bisogno. Nei momenti in cui c’è da battagliare in difesa, il danese di certo non si tira indietro. LEADER

BOBEN 6.5

Si esalta nella lotta in area, sempre preciso nelle chiusure e negli anticipi, Lucarelli anche senza Capuano può dormire sonni tranquilli. RITROVATO

MARTELLA 6.5

Corre e lotta, come sempre. Come per l’altro esterno difensivo, oggi il suo compito è soprattutto quello di chiudere i varchi sulle fasce, piuttosto che attaccare, ma lo fa benissimo. SOLIDO

PALUMBO 5.5

Non è lucido come al solito e soffre la pressione dei centrocampisti avversari, si prende una partita di “pausa”, ma ci sta dopo un periodo giocato ad altissimi livelli. SOTTOTONO

PROIETTI 5.5

Come per il suo compagno di reparto, non riesce a fare un filtro adeguato e ad imbastire la manovra offensiva. La Ternana soffre in mezzo al campo, ma in qualche modo riesce a portare a casa il risultato. SBIADITO

PARTIPILO 6.5

Si sbatte per aiutare Donnarumma in avanti e i compagni in fase difensiva, ammirevole l’apporto che dà in termini di sacrificio. Inevitabilmente questo gli toglie lucidità offensiva, ma mette comunque il timbro sulla gara con l’assist per il secondo gol. SICUREZZA

FALLETTI 6

Anche il Folletto è chiamato agli straordinari in fase di non possesso, ma usa il talento nei momenti decisici. Nella ripresa potrebbe sfruttare meglio qualche ripartenza, ma il numero 17 non si discute. SUFFICIENTE

FURLAN 5.5

Da qualche partita, ormai, lo si vede più a rincorrere gli avversari invece che a puntarli con i suoi dribbling. In nome dell’equilibrio lo si nota di meno in avanti, soffre insieme a tutta la squadra. EVANESCENTE

DONNARUMMA 7.5

E’ la risposta che la Ternana e i tifosi si attendevano da lui, dopo le ultime défaillance. Sblocca la gara con un pallonetto scaltro e di ottima fattura tecnica, poi si fa trovare pronto sotto porta per mettere il pallone in rete e al sicuro il risultato. Senza dubbio è il “man of the match” ad Alessandria. ARABA FENICE

MAZZOCCHI 5.5

(dal 67′ per Donnarumma)

Entra nel momento di maggiore difficoltà delle Fere, in avanti è isolato e vede pochi palloni. SPERDUTO

SALZANO S.V.

(dall’82’ per Furlan)

Poco più di 10 minuti in campo per il jolly rossoverde, che ha poche occasioni per mettersi sia in luce che in ombra.

AGAZZI 6

(dall’83’ per Partipilo)

Ha poco tempo a disposizione, ma si guadagna il voto in pagella grazie ad un paio di ottime chiusure in ripiegamento difensivo. SVEGLIO

CELLI 6

(dal 67’st’ per Martella)

Entra per sostituire lo stakanovista Martella e si fa apprezzare per l’attenzione con cui presidia la sua fascia. DILIGENTE

S. DIAKITE 6

(dal 75′ per Defendi)

Lucarelli lo mette dentro per far rifiatare Defendi negli ultimi minuti. Esordio assoluto per il difensore francese in maglia rossoverde, che fa valere subito la prestanza fisica e la voglia dopo mesi di assenza. BENVENUTO

ALL. LUCARELLI 6

A differenza delle due precedenti partite perse, paradossalmente stavolta, nonostante la vittoria, la squadra ha poche idee in avanti e spesso si fa schiacciare in area. Forse avrebbe potuto infoltire prima il centrocampo, la fortuna gli ridà indietro quello che più volte in questa stagione gli aveva tolto. IN SOFFERENZA

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciofere