Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, per Partipilo il gol in serie B non è più un tabù

La doppietta con il Vicenza regala all’attaccante le prime segnature tra i cadetti, a quasi un decennio dal suo esordio in categoria.

Un doppio centro che fa contenta la Ternana, che gratifica lui e che, probabilmente, fa riflettere tanti altri. A partire dal Bari, che nel 2012-2013 lo fece esordire in serie B ma che non credette fino in fondo in lui. E così, Anthony Partipilo ha risposto non  solo riprendendosi la B grazie alla Ternana dei record in serie C della quale lui è stato il capocannoniere, ma trovando pure i suoi primi centri nel torneo. L’odissea che lo ha riportato in questa categoria, dopo un lungo peregrinare in altre, adesso lo premia.

IL FRUTTO DEL LAVORO. L’esordio in serie B di Partipilo risale ai tempi del Bari, quando era ancora giovanissimo. Nel 2012-2013 la rosa dei Galletti aveva anche lui, in organico. Trovò spazio diverse volte in panchina e in un’occasione esordì pure. Ma poi il Bari, che pure si coccolava quel talentuoso giovanotto prodotto del suo vivaio e indigeno, cambiò gestione societaria. I nuovi dirigenti non credettero tanto in lui e per Partipilo in biancorosso non ci fu più posto. Carraese, Cosenza, Savoia e Bisceglie, più una parentesi in Romania al Cluj. Poi, con la Ternana, l’inizio del riscatto, con il campionato di serie C vinto, lui risultato bomber della Lega Pro e la serie B ritrovata in rossoverde. Adesso, anche i suoi primi due gol. “Lo avevo, questo desiderio di fare il primo gol in B – ammette il giocatore – ma quello che per me conta è aver dato il mio apporto alla squadra. Se lo faccio con un gol, o con un assist, fa lo stesso. L’importante è che la Ternana vinca. Quando anni fa mi ritrovai dalla serie B alla serie D, mi feci delle domande. E allora decisi di impegnarmi al massimo, affinché con il lavoro duro potessi riconquistare quello che avevo perduto“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Approfondimenti