Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana alla sosta: Iannarilli sempre presente, Falletti, Palumbo e Boben fondamentali

Il portiere stacanovista, il fantasista, il centrocampista e il difensore i più impiegati da Lucarelli: ecco il minutaggio dei rossoverdi dopo la prima parte di stagione

Con la sosta del campionato di Serie B, c’è tempo per fare un primissimo bilancio sulla stagione della Ternana e sui singoli calciatori. Come ci ha abituato da quando siede sulla panchina rossoverde, mister Lucarelli ha cambiato spesso la squadra e i suoi interpreti, ma ci sono naturalmente alcuni elementi di cui ha difficilmente fatto a meno.

FORTINO. L’unico sempre presente finora, tra campionato e Coppa Italia, è stato Antony Iannarilli. Può sembrare scontato, visto che di ruolo fa il portiere, ma non lo era per niente in estate, visto che la società ha cercato con insistenza un portiere di categoria da affiancargli. Il 31enne di Alatri, però, non si è fatto intimidire dalle voci di mercato e, nonostante l’arrivo di Krapikas, ha meritato sul campo la riconferma come titolarissimo tra i pali. Quasi sempre incolpevole sui gol incassati, con le sue parate ne ha evitati tantissimi altri. Questa per lui può essere davvero la stagione della definitiva consacrazione ad alti livelli.

COLONNA. Sul podio dei calciatori rossoverdi più presenti alla sosta c’è anche Matija Boben. Il difensore sloveno, oltre alle due gare di Coppa, ha giocato da titolare le prime 4 giornate di campionato. Poi, a causa all’esplosione di Sorensen e l’inserimento di Capuano, è stato schierato dal primo minuto solamente a Cremona, entrando a partita in corso contro Parma e Spal, collezionando 9 presenze e 698 minuti totali in campo.

IRRINUNCIABILI. La Ternana non può assolutamente fare a meno di Cesar Falletti, la stella indiscussa delle Fere. Nel corso delle partite ha anche cambiato leggermente posizione in campo, per le necessità tattiche del tecnico. Il talento uruguaiano soltanto contro la Spal è subentrato dalla panchina e con 4 reti (2 in Coppa e 2 in campionato) è il capocannoniere della squadra. Nelle 9 presenze stagionali, 645 minuti giocati per il “folletto”. Ha giocato meno tempo, ma ha fatto il pieno di apparizioni in campionato (7) anche Antonio Palumbo, diventato determinante dal momento in cui Lucarelli lo ha schierato con più regolarità.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Approfondimenti