Resta in contatto

Le pagelle di Calciofere

Le pagelle di Cremonese-Ternana: Falletti impreca, Mazzocchi spreca

Le Fere perdono 2-0 con la Cremonese, pagando allo Zini due episodi. Queste le pagelle rossoverdi di Calciofere.it.

IANNARILLI 6

Autore anche di due o tre interventi molto buoni. Nessuna colpa sul primo gol incassato (capolavoro di Zanimacchia), già bravo a rispondere con la respinta inutile in occasione dell’azione del raddoppio. Non si può certo attribuire a lui, la sconfitta. Scagionato.

GHIRINGHELLI 5

Non incide praticamente mai. Ogni sua proiezione in avanti si rivela sterile. Meglio nel secondo tempo, prima di uscire dopo una testata con un avversario. Nel primo tempo, però, troppi cross sbagliati dalla destra. Qualche sofferenza anche in copertura. Sbiadito.

BOBEN 7

Prestazione maiuscola, soprattutto nel secondo tempo quando dalle sue parti non passava proprio nulla. Tanto che, per raddoppiare, la Cremonese ha dovuto provare a sfondare dalla destra. Puntuale sui palloni alti, bravo nelle chiusure. Uno dei migliori, tra i rossoverdi. In crescita.

CAPUANO 6,5

Buona anche la sua partita, al netto del fatto che la squadra ha incassato due reti. Deve ancora lavorare molto per raggiungere la condizione fisica ottimale, ma sta crescendo di partita in partita. Progredito.

MARTELLA 5,5

Non comincia malissimo, ma progressivamente si spegne. Negli ultimi minuti dà l’impressione di giocare con una certa difficoltà, sbagliando anche dei controlli e dei palloni non difficilissimi. Lucarelli lo lascia negli spogliatoi. Affaticato.

AGAZZI 6

Quando ci si mette, è un motorino. Giocatore importante nel centrocampo della Ternana. Intelligente e puntuale, capace spesso di leggere bene anche le giocate avversarie, ma gli è mancato un cambio di passo in parecchi frangenti. Ordinario.

PROIETTI 6

Avrebbe potuto avere la soddisfazione di un assist vincente, ma il var ha portato all’annullamento del gol di Palumbo proprio per un suo precedente intervento ai danni di un avversario che gli costa l’ammonizione. Lucarelli lo toglie, anche per quel giallo preso. Per il resto, prestazione onesta, senza acuti ma anche senza infamie. Normale.

PALUMBO 6,5

Cresce nel secondo tempo, dove fa vedere le cose migliori. Parte un po’ legato, poi però viene fuori alla distanza. Si vede pure negare in apertura di ripresa la gioa di un gol per un precedente fallo. Sarebbe stato il pareggio. Diesel.

PARTIPILO 5,5

Potrebbe fare di più, l’attaccante barese. Ancora si trova pure lui in una condizione di forma non eccezionale. E’ lui a perdere palla quando la Cremonese trova il primo vantaggio con Zanimacchia, poi non diventa mai decisivo. Anche ben controllato, c’è da dire. Limitato.

FALLETTI 5,5

Il miglior Falletti, ancora, lo stiamo aspettando. Si concede  sporadiche giocate anche buone, però non riesce ancora a dare continuità alle prestazioni, sia nell’arco delle giornate che in una singola partita. Stavolta, c’era pure da imprecare, quando l’ex compagno Sernicola gli ha negato un gol. Godot.

PETTINARI 5

Da uno come lui ci si aspetta sempre di più. Ha qualità, cerca di fare movimento, ma i palloni che tocca non li gioca mai in maniera decisiva. Ha un paio di buone occasioni nel primo tempo, senza però riuscire a dare alla palla il peso che dovrebbe darle. Spuntato.

CELLI 6

(dal 1’st per Martella): Prestazione diligente, in copertura sulla fascia sinistra al posto di un Martella non brillantissimo e uscito nel’intervallo. E’ uno che quando viene chiamato in causa riesce sempre a fare la sua parte. Timbra il suo cartellino. Onesto.

CAPONE 5,5

(dal 10’st per Proietti): Tanta volontà, sebbene stavolta non riesca a incidere, come aveva invece fatto a Monza trovando nel finale la rete del pareggio. Buone giocate, nulla di più. Niente bis.

DEFENDI 5,5

(dal 20’st per Ghiringhelli): Bene nel finale, quando è uno di quelli che più di tutti suonano la carica e ci mettono impegno. Peccato che pesi anche su di lui la rete del 2-0 della Cremonese, quella che ha di fatto chiuso la gara. Sorpreso.

MAZZOCCHI 5,5

(dal 29’st per Partipilo): Meriterebbe pure la sufficienza per come si muove, per come attacca la porta e per come si impegna. Ma un errore come quello della palla gol sbagliata dopo dribblato il portiere, che avrebbe potuto riaprire la gara, contribuisce alla sconfitta. Sprecone.

PERALTA sv

(dal 29’st per Pettinari): Entra nel finale e non riesce mai a mettere lo zampino sull’ultima parte di gara. Probabilmente non ha avuto il tempo del quale avrebbe avuto bisogno per entrare bene in partita, anche se non è mai facile entrare quando si è sotto di due gol. Ininfluente.

ALL. LUCARELLI 6

Stavolta, i cambi non gli danno ragione. Non certo per colpa sua. Gli ingressi in campo dei giocatori nuovi entrati erano più che logici, per diversi motivi. Dice di mandare in campo gli elementi che ne hanno di più. Il fatto è che, ancora, in tanti in condizione non ci sono. Ci ha provato.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Errata corrige, il gol del pareggio 1-1"
Advertisement

Altro da Le pagelle di Calciofere