Resta in contatto

Approfondimenti

Monza-Ternana 1-1, Capone risveglia le Fere

Il gol nel finale del giovane attaccante annulla il vantaggio dei locali e regala ai rossoverdi il primo meritato punto.

Nella testa e nella coda. I due “veleni” di Monza-Ternana sono stati in queste due fasi della partita. Il Monza ha trovato il vantaggio nei primissimi minuti del primo tempo, la Ternana ha pareggiato nel recupero della ripesa. L’1-1 è qui. In mezzo, una partita che ha visto la squadra di Cristiano Lucarelli in netto miglioramento rispetto alle gare passate e che ha rotto il digiuno cogliendo il suo primo punto in questa serie B, alla quarta giornata del campionato cadetto. Lucarelli, stavolta, ha cambiato modulo schierando i suoi col 3-4-2-1, con Capuano in difesa insieme a Boben e Sørensen, con Defendi a destra e con Falletti e Partipilo a sostegno di Pettinari. Ma nella ripesa, decisivi sono stati i cambi del tecnico, visto che i nuovi entrati sono stai tutti pericolosi e proprio uno di loro, Capone, ha trovato il gol del pari della formazione rossoverde.

SUBITO DOCCIA FREDDA. Modulo diverso, ma inizio col piede sbagliato, con la squadra che in meno di 5 minuti ha subìto due incursioni da parte del Monza e incassato, su tiro da fuori area di Mota Carvalho sotto l’incrocio dei pali, la rete dello svantaggio. La Ternana, però, ha reagito e si è vista anche annullare un gol per un fuori gioco. Ci si attendevano altri tentativi pericolosi da parte della squadra di Cristiano Lucarelli, ma così non è stato. I rossoverdi, per la prima volta con la maglia gialla che richiama la provincia, non sono stati più pericolosi dalle parti del portiere monzese Di Gregorio. Lo sono stati, però, i padroni di casa. Un altro grosso rischio, infatti, è arrivato quando Gytkjaer ha fallito clamorosamente in spaccata il gol del 2-0 a due passi dalla porta, in seguito a una palla colpita male da Defendi. Monza ancora in avanti e pericoloso di testa, con parata di Iannarilli in tuffo. Portiere rossoverde decisivo anche quando è andato a sventare col corpo una spaccata ravvicinata di Pedro Pereira, ben imbeccato da un cross da sinistra di Mota Carvalho e con difesa rossoverde sguarnita. Padroni di casa pericolosi in altre occasioni, sempre di testa e con i cross dalla trequarti. Spazi chiusi da parte del Monza e difficoltà da parte della Ternana nel trovare spazi dove infilarsi. Di contro, Monza sicuro nel distendersi e nel riportare palla avanti, trovandosi spesso ad arrivare con tre o quattro passaggi dalle parti dell’area di rigore rossoverde.

IL PARI IN EXTREMIS. Scende in campo meglio, più determinata e più sicura, la Ternana, nella ripresa. Ternana pericolosa con Partipilo, imbeccato bene da Defendi, ma la conclusione dell’attaccante, seppure da buona posizione, è stata imprecisa e alta. Risposta immediata del Monza, con conclusione alta di Colpani da calcio di punizione. Ternana che, col passare del tempo, ha provato ad aumentare i propri ritmi, proprio perché scesa in campo meglio rispetto alla prima frazione. Lucarelli ha operato i suoi cambi e stavolta ha anche trovato una Ternana migliore rispetto a prima. Nella seconda parte della ripresa, il Monza ha cominciato a calare di ritmo, anche perché rimasta in dieci per l’infortunio di Barillà dopo che i 5 cambi erano stati tutti fatti. La squadra rossoverde, invece, ha portato avanti palla meglio, cercando anche una certa vivacità in avanti. Non a caso, infatti, proprio la squadra ospite ha avuto il maggior numero di occasioni create, sebbene il Monza abbia spaventato i rossoverdi in una ripartenza, con intervento risolutivo di Iannarilli in uscita. Occasioni per le Fere, con conclusioni di Capone e di Proietti, nel primo caso con tiro debole e nel secondo con conclusione alta. Proprio i  nuovi entrati, infatti, sono stati pericolosi e infine pure decisivi. Tentativo anche da parte di Defendi, con conclusione  dalla distanza uscita di poco dallo specchio della porta. Nel recupero, occasione d’oro per Mazzocchi, di testa, con mira sbagliata da buona posizione e palla fuori. Il pareggio, però, è arrivato grazie a Capone, che ha girato in rete una palla rasoterra sul primo palo dopo un controllo di petto di Donnarumma. L’1-1 è il primo punto per le Fere. Meritato.

Il tabellino.

MONZA (3-5-2): Di Gregorio; Donati, Marrone, Caldirola; Pedro Pereira (21’st Sampririsi), Mazzitelli, Barberis (28’st Barillà), Colpani (32’st Valoti), Carlos Augusto; Gytkjaer (19’st Ciurria), Mota Carvalho (28’st D’Alessandro).

In panchina: Sommariva, Paletta, Antov, Pirola, Vignato, Brescianini, José Machin. Allenatore: G.Stroppa.

TERNANA (3-4-2-1): Iannarilli; Boben, Sørensen, Capuano (10’st Palumbo); Defendi, Agazzi (28’st Donnarumma), Proietti, Martella; Partipilo (16’st Mazzocchi), Falletti (28’st Koutsoupias); Pettinari (17’st Capone).

In panchina: Krapikas, Ghiringhelli, Kontek, Paghera, Salzano, Furlan, Peralta. Allenatore: C.Lucarelli.

Arbitro: Zufferli (Udine).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Approfondimenti