Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Bisceglie-Ternana 1-2, ma la festa è rimandata

Successo delle Fere in Puglia, ma vince anche l’Avellino sulla Virtus Francavilla, per la serie B manca adesso un solo punto.

La vittoria a Bisceglie è artrivata, ma la festa per la promozione matematica in serie B ancora no. Oltre al successo per 2-1 dei rossoverdi al Ventura, c’è stata pure la vittoria di misura dell’Avellino in casa con la Virtus Francavilla, 1-0 con un gol segnato su rigore. I punti di distacco tra le due squadre restano 15 e, a 5 giornate dalla fine, alla Ternana manca adesso un solo punto per la sicurezza matematica. Punto che pootrebbe arrivare già sabato 3 aprile, vigilia di Pasqua, quando sarà in programma proprio lo scontro diretto al Liberati tra Ternana e Avellino. La squadra di Lucarelli, comunque, si porta a casa altri tre punti, su un campo non facile e centra la sua 24′ vittoria in campionato, quinta consecutiva dopo quelle ai danni di Bari, Teramo, Vibonese e Potenza.

LA PERLA DECISIVA. Difficile giocare su un campo praticamente spigoloso, dove il rimbalzo del pallone non è mai regolare e dove la superficie in erba è abbastanza molle. La prime conclusioni sono state di marca rossoverde, con un tiro di Peralta sopra alla traversa e poi con una conclusione a sorpresa sempre da fuori di Celli che ha lambito il palo. Ubriacante, poi, una triangolazione veloce tra Falletti e Raicevic in area avversaria e diagonale d’un soffio fuori dell’uruguaiano. Sporadiche, invece, le folate offensive della squadra di casa. La mira rossoverde si è andata sempre più aggiustando, quando un altro tiro da fuori area, stavolta di Defendi, ha trovato attento il portiere Spurio. Superlativo, quest’ultimo, quando è andato a fare una parata ancora più difficile su una conclusione a botta sicura e da centro area di Raicevic. Occasione addirittura tripla, sul capovolgimento di fronte, per il Bisceglie, in cui per due volte gli avanti  della squadra nerazzurrostellata si sono visti murare la conclusione quasi sulla linea di porta, prima di una conclusione alta di Priola. Al 30′, il bel gol con il quale la Ternana ha sbloccato il risultato, nato da un bel cross da destra di Defendi e il colpo di testa vincente, con palla sotto l’incrocio dei pali, di Paghera. Rossoverdi ancora aggressivi e ancora un altro paio di volte vicini al raddoppio. I padroni di casa, per impensierire la capolista, dovevano affidarsi alle giocate singole di giocatori di qualità come Giron e Makota, i quali hanno arrecato nel finale di frazione qualche pericolo alla porta di Iannarilli.

DALLA TRANQUILLITA’ AL PATEMA FINALE. All’inizio del secondo tempo, Paghera ha avuto una palla invitantissima per raddoppiare, ma ha trovato sul suo tiro ravvicinato la ribattuta di Vona. Occasione d’oro anche per Raicevic, non arrivato alla spaccata sulla palla da cross da destra di Falletti. Ma poi è seguita una fase di stanca, in cui la squadra di Lucarelli non ha trovato altri spazi e in cui la formazione di Papagni ha cercato di riprendere le misure agli avversari. Altra occasione d’oro per gli ospiti, con un tentativo di pallonetto di Peralta ma con palla controllata dai difensori avversari appostati bene. Con le sostituzioni, il tecnico del Bisceglie Papagni ha assestato meglio la sua squadra, inserendo forze fresche e aumentando la batteria degli attaccanti. La squadra di casa ha cominciato a spingere sull’acceleratore e è andato pure vicino al pareggio, come quando Cecconi, uno dei nuovi entrati, ha sbagliato il tap in a due passi da Iannarilli, calciando alto. Proprio nel momento più delicato, la Ternana ha saputo chiudere i conti, pervenendo al raddoppio sugli svuluppi di un’azione nata da un calcio d’angolo, con appoggio vincente da pochi passi di Suagher. Un gol provvidenziale, visto che pochi minuti dopo la rete tanto cercada dal Bisceglie è arrivata, segnata da Cecconi su un errore di Kontek. ma è stato suficiente per far vivere con apprensione gli ultimissimi minuti di gioco, per l’estattezza 5 più recupero. La vittoria è conservata, ma il successo dell’Avellino non manda ancora le Fere in serie B. E adesso, Ternana-Avellino.

Il tabellino:

BISCEGLIE (3-4-1-2): Spurio; De Marino, Altobello, Vona; Priola (10’st Tazza), Vitale (19’st Maimone), Romizi, Giron; Mansour (25’st Bassano); Makota, Rocco (25’st Cecconi).

In panchina: Russo, Hassan, Gilli, Casella, Zagaria, Ferrante, Pedrini, Musso. Allenatore: A.Papagni.

TERNANA (4-2-3-1): Iannarilli; Defendi (38’st Laverone), Suagher, Kontek, Celli (38’st Russo); Proietti, Paghera (35’st Damian); Peralta (19’st Salzano), Falletti (35’st Torromino), Furlan; Raicevic.

In panchina: Casadei, Boben, Ndir, Mammarella, Onesti, Vantaggiato, Ferrante. Allenatore: C.Lucarelli.

Arbitro: Longo (Paola).

Per le foto, si ringrazia Emmanuele Mastrodonato.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

Dajeeeeeeeeeeeeeeeeee
❤️?❤️?❤️?❤️?❤️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
2 anni fa

…..che fretta c’è?….

Articoli correlati

Ternana-Lecco, le probabili formazioni e dove vederla: tutto sulla sfida in programma sabato 24 febbraio...
Torna al Liberati la sfida contro i blucelesti dopo più di 17 anni, bilancio nettamente...
Le due squadre di nuovo di fronte al Barbera quasi un anno esatto dopo...
Calcio Fere