Resta in contatto

News

Ternana: giù il vecchio Liberati, ma i murales restano

Le opere, visibili nell’attuale impianto, non andranno distrutte. L’idea è di trovare loro una nuova collocazione

Se lo stadio Liberati verrà buttato giù per costruirci sopra il nuovo impianto, che fine faranno i murales ispirati alla storia del Cile? Quelle opere, care ai tifosi della Ternana, saranno salvate e valorizzate. Infatti, come è stato detto alla presentazione dello studio di fattibilità, verranno conservati. “I murales – ha detto il progettista Sergio Anibaldiverranno recuperati e ricollocati nella piazza antistante il nuovo stadio. C’è solo da capire come e dove collocarli, anche per preservarli da eventuali atti vandalici“.

LA STORIA. I  murales dello stadio Liberati, tutti recentemente restaurati, risalgono agli anni Settanta, mentre in Cile si consumava il golpe del generale Augusto Pinochet ai danni del presidente Salvador Allende. A realizzarli, furono alcuni dei fuggiaschi della Brigata Pablo Neruda. Alcuni di loro arrivarono proprio in Umbria e a Terni e realizzarono sulle pareti dell’allora nuovo stadio ternano alcuni murales che inneggiano alla libertà del Cile e ad un Cile libero, antifascista e democratico.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Forza Ternana

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Giampaolo Lu Cannonico peccato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

È già un passo avanti……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Meno male!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Perché altrimenti non si sarebbe costruito lo stadio per salvare i murales?

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News