Resta in contatto

News

Riprende l’Odissea di un’avversaria della Ternana

Il Catania emigra di nuovo, dopo la partita con la Vibonese e giocata al Massimino. Con la Turris torna a Lentini.

Non aveva fatto in tempo a tornare a giocare sul suo terreno di gioco, lo stadio Massimino, che deve di nuovo lasciarlo. Il Catania non ha ancora una sede fissa per le sue partite interne, visto che si sono resi necessari altri lavori sul manto erboso dello stadio ex Cibali. E così, in occasione della 12′ giornata, che vede gli etnei opposti alla Turris, è stato chiesto e ottenuto di tornare a giocare a Lentini.

MIGRAZIONE. Il Catania, dunque, si ritrova di nuovo sullo stesso campo sul quale aveva affrontato la Ternana, con i rossovedi vittoriosi per 3-1. Dunque, lo stadio Angelino Nobile, fino allo scorso anno in uso alla Sicula Leonzio,  torna ad ospitare le gare interne della squadra rossazzurra. Come spiega la Lega autorizzando lo spostamento, si rendono ancora necessari degli ulteriori interventi sul terreno di gioco del Massimino ed è stata presentata la documentazione di idoneità dello stadio Nobile. Speriamo, per i calciatori della Turris, che i bagni li abbiano fatti sistemare. In caso contrario, consiglieremmo ai  calciatori della squadra campana di evitare di toccare lo sciacquone.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News