Resta in contatto

Il punto di Ivano Mari

Ternana, scacciare il pessimismo per aiutare la squadra ad inseguire la vetta

La squadra rossoverde dovrà lottare con tutte le sue forze per tornare al successo al Liberati e ad aiutarla potrebbero essere i 1000 tifosi che torneranno allo stadio. Lucarelli invoca, a ragione, l’unità della piazza.

Quanto tempo è ormai trascorso dall’ultima vittoria casalinga! È ora di riprovare quelle sensazioni, magari anche per far felici quei tifosi che torneranno allo stadio anche se la pandemia continua ad imperversare anche nel mondo dello sport. Non solo quello dilettantistico, ma anche quello dei grandi campioni come Ibra, come Ronaldo, Federica Pellegrini, Valentino Rossi, tanto per citarne alcuni. E così oggi si tornerà a tifare al Liberati anche se con un numero esiguo di spettatori ma che contribuiranno a rendere più verosimile alla realtà una partita di calcio, a rasserenare, forse, anche un ambiente in cui regna la negatività di giudizio nei confronti della squadra e di tutto ciò che è rossoverde. Ed è su questo aspetto che nella conferenza stampa si è soffermato a lungo Lucarelli.

“ Siamo circondati da tanta negatività forse dovuta alle delusioni degli anni passati e i giocatori restati in rosa non riescono ancora a liberarsi delle scorie delle scorse stagioni. E non siete immuni da tutto ciò nemmeno voi, giornalisti che avete provato sulla vostra pelle quelle delusioni. E questa negatività non aiuta la squadra a completare il percorso di diventare “ squadra “. Non è un caso, forse, che ieri in conferenza stampa si siano affrontati temi che solo eccezionalmente trovano spazio negli incontri pre-partita con la stampa tra i quali spicca quello dell’unità di intenti che deve contraddistinguere una realtà calcistica se si vogliono raggiungere determinati risultati. Società, squadra, giornalisti, allenatore e tifosi devono assumere un atteggiamento tale che possa evitare frizioni, contrasti, ma questo non significa esimersi dal fare del critiche, e invasioni di ruolo dannose per il rendimento del singolo giocatore e della squadra nel suo complesso. Ed in effetti la piazza ternana, almeno parte di essa, sembra essere diventata il regno del malcontento, dell’essere critica a prescindere. Anche quando la squadra vince c’è sempre il bastian contrario che trova il pelo nell’uovo. E, a nostro avviso, le parole di Lucarelli tese a sollecitare con le sue argomentazioni una riflessione profonda su come sia importante cambiare atteggiamento guardando le cose con un pizzico di ottimismo in più possono aiutare a rasserenare l’ambiente.

Insomma, sono sembrate delle risposte garbate, fatte con intelligenza in modo indiretto, alle critiche, anche pesanti, rivolte alla squadra dopo il pari di Avellino contro la Casertana. E sinceramente un po’ più di tolleranza, un clima più positivo intorno alla squadra non guasterebbero. E veniamo all’impegno odierno confidando che al Liberati scenda in campo una squadra che abbia l’intenzione di fare da subito la partita, aggredendo la compagine di Mario Somma così come ha fatto nel secondo tempo contro la Casertana senza commettere l’errore di restare con la mente negli spogliatoi come avvenuto sette giorni fa. La lezione si spera sia servita a qualcosa, sia servita a far capire a tutti che non bastano le qualità tecniche per avere ragione dell’avversario. Ci vuole ben altro in serie C, ci vogliono soprattutto quelle capacità motivazionali che devono scattare in ognuno dei rossoverdi se si vuol essere protagonisti. Ci sarà dopo tante partite un po’ di tifo sugli spalti, certo in un Liberati da 15.000 posti 1000 tifosi nemmeno si sentono, ma un minimo di calore saranno in grado di apportarlo alla squadra. Sarà curioso constatare come la stessa reagirà partendo dal presupposto che tornare al successo al Liberati significherebbe avvicinarsi al Bari che osserva il turno di riposo oltre a riportare un minimo di fiducia verso una squadra che può lottare per contendere il primato alla compagine di Auteri. Sempreche non venga calpestata quell’unità di intenti di cui ha parlato Lucarelli.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Il punto di Ivano Mari