Resta in contatto

News

Il Rende vuole tornare nel girone della Ternana e si appella… al covid

Dopo il caso Picerno e Bitonto, i calabresi chiedono di tornare in C attraverso una loro interpretazione delle regole.

Il Consiglio federale è pronto, nella riunione del 15 settembre, a prendere atto dell’esclusione dal campionato di serie C del Picerno e del Bitonto e a ratificare le squadre da ammettere al torneo al loro posto. Ma mentre per la sostituzione del Bitonto si prepara a festeggiare la serie C il Foggia, per il posto del Picerno è bagarre. Lo vuole, il Bisceglie perchè si troverebbe quartultimo (e dunque, salvo) rileggendo la classifica con il Picerno all’ultimo posto; lo vuole la Pianese perché chiede la riassegnazione di quel posto con il terzo reintegro dopo quelli già avvenuti di Ravenna e Giana Erminio; lo vuole adesso pure il Rende che ha perso proprio con il Picerno il playout disputato dopo il lockdown.

UN TORNEO ALTERNATIVO. Ed è proprio su quest aspetto, quello del lockdown dovuto all’emergenza covid, che il Rende batte per riottenere la serie C, tornando nel girone C, lo stesso della Ternana. Il motivo, lo ha spiegato in un’intervista a TuttoC il direttore generale dei biancorossi, Giovanni Ciardullo. Secondo lui, infatti, proprio la ripresa dopo il lockdown, con le posizioni in classifica del campionato congelate al mese di marzo, ha comportato un rimescolamento delle carte in quanto si sarebbe giocato un nuovo torneo procedendo con playoff e playout. Ecc come spiega, Ciardullo, questa tesi: “Il Picerno aveva chiesto di non disputare i playout contro di noi perché aveva ben 14 punti di vantaggio, rispetto agli 8 minimi richiesti. Ma il Collegio di Garanzia del Coni, con la pronuncia numero 27 di giugno, respinse la richiesta, in  quanto il campionato di Serie C non era finito nel modo previsto a causa del lockdown, e che quindi erano state introdotte regole nuove, molto simili a quelle già presenti ma non uguali. Ecco il motivo dei playout giocati nonostante i 14 punti di distacco. Perché è come se fosse stato creato un mini-torneo, non presente prima ma molto similare ai normali playout. Noi, dunque, abbiamo perso uno spareggio contro una squadra che non doveva disputarlo. Inoltre, con le nuove regole introdotte per completare i campionati, diventa inutile parlare di scorrimenti di classifica“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News