Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, le sviste stagionali dell’arbitro Marchetti

Il direttore di gara del San Nicola non nuovo a topiche e polemiche. Tutti gli episodi dubbi della stagione sotto la sua direzione. E con il Bari…

Direzione contestata, quella di Matteo Marchetti, arbitro di Ostia Lido, in occasione di Bari-Ternana. Sulla partita, finita 1-1 e che ha eliminato le Fere dai playoff a vantaggio dei biancorossi pugliesi, pesano delle sue decisioni molto dubbie. Tra queste, il rigore non dato alla Ternana per fallo di mano e quello invece assegnato al Bari sempre per un mani, l’espulsione diretta eccessiva di Antonio Palumbo, i falli duri dei biancorossi ai danni dei rossoverdi non sanzionati o sanzionati solo in maniera lieve, fino all’ammonizione eccessiva per una simulazione (in realtà non avvenuta) ai danni di Anthony Partipilo (al qule è scattata la squalifica) e agli allontamenti dalla panchina di mister Fabio Gallo, di Filippo Damian e del direttore sportivo Luca Leone. Una serie di decisioni che hanno fatto inviperire il tecnico rossoverde, il vicepresidente Paolo Tagliavento che è pure un ex arbitro internazionale e hanno causato reazioni di rabbia tra i tifosi sui social.

TERNANA GIA’ “COLPITA”. Questo arbitro laziale, però, non è nuovo a decisioni che hanno fatto discutere. Basta prendere in considerazione alcune di queste, quelle più clamorose, assunte in questa stagione, nel campionato di serie C, nelle partite che ha diretto nei tre gironi. Rivedendo la stagione, oltre a Ternana-Bari ci sono state altre 8 partite da lui arbitrate, caratterizzate da episodi dubbi. Una di queste, ha visto impegnata ancora la Ternana, nel confronto in casa con la Reggina e finito 1-1, quando non  ha visto un fallo in area ai danni di Dario  Bergamelli.

IL BARI RINGRAZIA… TRE VOLTE. Al Bari, invece, si può dire che sia andata bene non solo in occasione dei playoff con la Ternana. I biancorossi si sono visti agevolati dalle valutazioni del signor Marchetti in altre due occasioni, nel campionato 2019-2020. Una, nel big match giocato al Granillo di Reggio Calabria, contro la Reggina: padroni di casa in vantaggio 1-0, fino al finale di partita quando al Bari è stato convalidato il gol del definitivo pareggio in posizione di netto fuori gioco (e qui, lo hanno assistito male pure i suoi collaboatori). Un’altra occasione, precedente, era stata in Catania-Bari, al Massimino, quando ha sanzionato un mani in area di rigore del giocatore biancorosso Awua solo con una punizione dal limite dell’area. Il Catania, però, si è vista a sua volta “restituire” qualcosa dagli errori dell’arbitro di Ostia Lido nella sfida playoff con la Virtus Francavilla, vinta dagli etnei 3-2, quando sul 2-2, su un contatto dubbio in area catanese che ha portato a cadere a terra l’attaccante dei pugliesi Vasquez, ha ammonito quest’ultimo per simulazione (come con Partipilo), espellendolo in quanto già ammonito in precedenza.

GLI ALTRI EPISODI. L’elenco degli episodi dubbi o contestati, prosegue con altre quattro gare. Nello stesso girone della Ternana, in Sicula Leonzio-Potenza 4-2, aveva assegnato ai padroni di casa due rigori apparsi piuttosto generosi.  Nel girone A, in Pontedera-Monza, gara finita 2-2, aveva sorvolato su un intervento in area monzese probabilmete falloso e da rigore, quando il parziale era 1-0 per i brianzoli. Due partite con contestazioni nel girone B. In Padova-Carpi, finita 0-0, non ha sanzionato a dovere due o tre interventi molto duri e ha decretato un rigore assai dubbio al Padova. Rigore, comunque, non trasformato. Infine, in Sudtirol-Vicenza 0-1, i padroni di casa hanno recriminato per delle ammonizioni eccessive e per un rigore non assegnato nei primi minuti, sullo 0-0.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
17 giorni fa

Pozzi arde

Commento da Facebook
Commento da Facebook
17 giorni fa

Era il sicario giusto…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

Può arbitrare partite arci uisp e
Scapoli contro sposati.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
17 giorni fa

Ca…. obbediente ai padroni del palazzo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

Porcaccione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

O non è capace e allora che lo tengono a fare o mandato apposta come al solito per aiutare …..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

È andato a ripetizioni da Tagliavento

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

Ci si nasce stupidi e con gli anni si peggiora.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

Ma ancora lo fanno arbitrare….. Caro arbitro dai retta il calcio non è per te

Commento da Facebook
Commento da Facebook
18 giorni fa

È solo un feccioso è disonesto

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti