Resta in contatto

News

Ternana, quel gol di Mammarella… non del tutto inutile

Vantaggio solo momentaneo, per le Fere poi sconfitte dalla Juve Under 23, ma quella rete aveva una dedica molto speciale.

Non ha contribuito a portare la Coppa Italia di serie C nelle bacheche della Ternana, il gran bel gol pennellato su punizione da Carlo Mammarella al sesto minuto del primo tempo della finale di Cesena contro la Juventus Under 23, ma il mancino rossoverde può almeno avere una consolazione: quella sua rete, simbolicamente, è stata segnata per una causa molto nobile, poiché dedicata a persone che nella lunga emergenza da coronavirus hanno giocato un ruolo fondamentale per la tutela della salute delle persone e per la cura degli ammalati.

IL PENSIERO A CHI SI E’ SACRIFICATO. Lo aveva detto nel giorno della festa della mamma, il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, che la serie C avrebbe dedicato un gol a medici e infermieri che sono stati in prima linea nelle strutture sanitarie durante il periodo più difficile dell’emergenza covid. Tanto da ricordare, alla vigilia della finale di Cesena, che la prima rete segnata lì sarebbe stata dedicata alla dottoressa Francesca Mangiatordi dell’Ospedale Maggiore di Cremona, in rappresentanza di tutti i medici e infermieri in prima linea. A lei, Ghirelli aveva scritto: “Sarebbe bello dedicarti il primo gol di un trofeo“. Il primo gol della finale, infatti, è stato prorio quello di Mammarella.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News