Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, le finali di coppa restano un tabù

Ancora una volta, si conferma la tradizione negativa per i rossoverdi nelle gare decisive per l’assegnazione dei trofei. I precedenti.

E con questa, fanno quattro finali perse su cinque disputate. Prosegue, per la Ternana, la maledizione delle finali di coppa. Dopo l’unico trofeo nazionale o interregionale vinto dalla allora Mario Umberto Borzacchini nel lontano 1938, la squadra rossoverde non ha mai più alzato al cielo una coppa, andando altre quattro volte in finale ma ritrovandosi a veder gioire gli altri.

L’UNICA GIOIA. L’unica coppa vinta è la Coppa delle Regioni del 1938. Eppure, in quella occasione ci vollero ben quattro finali da giocare, contro la Sambenedettese. La formula era ad andata e ritorno, con sucesso della squadra marchigiana in andata e delle fere al ritorno. Si dovette rendere necessaria una terza finale, su campo neutro a Foligno, ma finì 2-2 dopo i tempi supplementari. E così, si dovette ripetere ancora, stavolta allo stadio Dorico di Ancona e stavolta con la squadra umbra vincitrice.

DAL DERBY ANDATO ALLA BEFFA DEL PICCO. Da lì in poi, le finali hanno portato ai colori rossoverdi tante delusioni. A partire da una finale di Coppa umbra, pochi anni dopo il successo del 1938, persa alla sfida decisiva contro il Perugia. Nel 1981, ecco un’altra finale, in Coppa Italia di serie C, come nel 2020. Gare di andata e ritorno, ma la Ternana, vittoriosa in andata al Liberati, perse la sfida di ritorno, permettendo all’allora avversaria, l‘Arezzo, di arpionare i supplementari e di vincere poi proprio nell’extratime. Per giocare un’altra finale di coppa, si dovette attendere il 2012, con la Supercoppa di Lega Pro. La Ternana, prima in classifica nel girone B e appena promossa tra i cadetti, affrontò in doppia sfida lo Spezia che aveva vinto il grine A. 0-0 a Terni, mentre nel ritorno, al Picco, si mise inizialmente bene per i rossoverdi, in vantaggio per primi. Negli utimi dieci minuti, però, lo Spezia riuscì a ribaltare tutto, prima pareggiando con un rigore molto dubbio e poi trovando nel finale il gol della vittoria. L’ultima sconfitta in finale, la gara di Cesena con la Juventus Under 23, persa per 2-1 e che ha portato la coppa a prendere la via di Torino.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti