Resta in contatto

Approfondimenti

Juve Under 23-Ternana 2-1: sfumano i sogni di Coppa

Il ritorno in campo dopo il lockdown regala la prima amarezza ai rossoverdi. La squadra bianconera è più fresca e vince, rossoverdi coi soliti difetti

Tutto nel primo tempo. L’illusione e poi la vita che si complica. E nella ripresa, ecco tornare fuori i vecchi problemi di sterilità offensiva e di scarsa concretezza negli ultimi metri di campo. La Coppa Italia di serie C, per la Ternana, è volata via. Il trofeo ha preso la strada di Torino, vinto dalla Juventus Under 23. Il risultato finale è stato 2-1. E pensare che i rossoverdi erano andati in vantaggio per primi, ma nel resto della prima frazione la squadra avversaria ci ha messo una maggiore brillantezza data dalla più giovane età. E non c’è stato più nulla da fare.

IN DISCESA, POI IN SALITA. L’andamento del primo tempo, anche nel parziale con il quale si è andati al riposo, ha rispecchiato al meglio le fasi differenti dei primi quarantacinque minuti. Inizio con la Ternana più intraprendente e pronta a far valere la sua esperienza, Juventus Under 23 fatta di tanti giovani apparsa un po’ legata e quasi guardinga verso un avversario di maggiore esperienza. La Ternana è stata la prima a sbloccare il risultato dopo poco più di 5 minuti di gioco, con una punizione dal limite dell’area infilata alla perfezione da Mammarella alla sinistra del portiere Nocchi. La Juve, però, ha cominciato a prendere fiducia e a far uscire la qualità. La maggiore freschezza dovuta alla giovane età dei bianconeri, al cospetto dei più esperti ma meno giovani rossoverdi, ha finito per venire fuori. Un elemento che poteva essere messo in preventivo, in considerazione del lungo stop del lockdown e della condizione fisica e atletica in questo caso non determinante come avviene in situazioni normali. E così, la Juve Under 23 ha trovato il pareggio su un calcio di rigore assegnato dall’arbitro Paterna di Teramo apparso un po’ generoso. Dal dischetto, Brunori Sandri ha trovato l’1-1. Nella seconda parte del primo tempo, Juventus Under 23 sempre più fresca. Le giocate di qualità della Ternana hanno prodotto un paio di buone occasioni per i rossoverdi, con un sinistro di Partipilo di poco fuori e poi con una conclusione ribattuta di petto da un difensore bianconero e sulla quale i rossoverdi hanno anche protestato chiedendo un rigore. I bianconeri hanno trovato pericolosità anche con una traversa colpita di testa da Del Sole. Nel finale di tempo, in una ripartenza, la difesa della Ternana si è fatta trovare sbilanciata e impreparata e la squadra di Fabio Pecchia ha trovato il 2-1 con rete siglata da Rafia.

LA SOLITA SQUADRA POCO CONCRETA. Secondo tempo con la Ternana chiamata a fare qualcosa di più, se non altro per riprendere un mano la gara e tentare di pareggiare le sorti di una sfida che si era messa male. Ma il gioco della squadra di Fabio Gallo non ha offerto sbocchi di concretezza. Al di là delle comprensibili difficoltà legate ai tre mesi di stop, la Ternana ha fatto riaffiorare vecchi difetti e la solita mancanza di concretezza negli ultimi metri. Non ha mai tirato in porta se non tre volte da fuori area, trovando ottime risposte del portiere bianconero Nocchi. Una di queste ha anche sventato il pericolo su un tiro di Palumbo a recupero quasi scaduto. La Juventus Under 23 ha sempre controllato la situazione, ha vinto quasi sempre i duelli in mezzo al campo e in un paio di occasioni ha persino avuto l’opportunità per segnare il terzo gol, tradita però dall’imprecisione a due passi dalla porta prima di Wesley e poi di Portanova, entrambi subentrati nella ripresa. La seconda frazione è sfilata via senza che il punteggio si schiodasse più. Ternana che ha chiuso anche in dieci, per l’espulsione di Defendi per doppia ammonizione. Alla fine, la gioia è stata tutta dei ragazzi della Juve Under 23 e del loro allenatore Fabio Pecchia. Per la Ternana, c’è subito da voltare pagina. Al lavoro sin da subito, perché il primo luglio bisogna cominciare i playoff, partendo dal primo turno di fase di girone. Al Liberati, arriverà l’Avellino di Ezio Capuano, in gara secca. Occhio, anche lì, alle possibili insidie. I biancoverdi non hanno nulla da perdere e se la giocheranno con grande serenità.

RIVIVI LA NOSTRA DIRETTA DEL MATCH

Il tabellino:

TERNANA (4-3-1-2): Iannarilli; Parodi, Russo, Celli, Mammarella (43’st Damian); Paghera (35’st Furlan), Palumbo, Verna (15’st Defendi); Partipilo (35’st Marilungo); Vantaggiato (15’st Salzano), Ferrante.

In panchina: Tozzo, Marcone, Nesta, Diakité, Bergamelli, Sini, Torromino. Allenatore: F.Gallo.

JUVENTUS UNDER 23 (4-2-3-1): Nocchi; Di Pardo (35’st Beruatto), Alcibiade, Coccolo, Frabotta; Fagioli (35’st Peeters), Touré; Rafia (20’st Zanimacchia), Del Sole (1’st Wesley), Marchi; Brunori Sandri (13’st Portanova).

In panchina: Loria, Siano, Dragusin, Delli Carri, Minelli, Vrioni, Marques. Allenatore: F.Pecchia.

Arbitro: Paterna (Teramo).

Reti: 6’pt Mammarella, 12’pt Brunori Sandri rig, 45’pt Rafia.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti