Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Serie B a 40 con la Ternana? Balata ora glissa

Ospite del presidente rossoverde Bandecchi su Radio Cusano Tv, non si sbilancia, ma apre alle riforme. “La Figc ci chiederà di continuare”.

Anticipazioni su quello che potrebbe essere l’argomento principale in sede di Consiglio federale, ma massima diplomazia e domande dribblate quando si è trattato di parlare di come riformare il calcio. Il presidente della Ternana Stefano Bandecchi e il presidente della Lega di serie B Mauro Balata insieme in televisione. Il secondo, infatti, è intervenuto in collegamento diretto nella trasmissione del primo, in onda su Radio Cusano Tv Italia e intitolata “L’imprenditore e gli altri“. Sulla seduta del Consiglio federale, ecco cosa si aspetta Balata: “Parleremo di prosecuzione delle competizioni. Credo che il presidente federale ci proponga un’estensione della stagione sportiva fino ad agosto inoltrato. I prossimi quindici giorni, intanto, saranno fondamentali per vedere come andrà questo coronavirus“.

LE RIFORME, ADESSO, SERVONO. Riguardo a una eventuale riforma con la serie B a 40 squadre e a due gironi, nonostante ripetute domande di Bandecchi, Balata ha sempre glissato. Ma su una cosa, è stato chiaro: il calcio, così come è, ha comunque bisogno di una riforma. “Questo calcio – ha detto infatti Balata – ha bisogno di riforme che gli consentano di proiettarsi in una dimensione più europea e rivolta verso il futuro. C’è il problema della sostenibilità economica ed è importante, ma bisogna anche trovare degli strumenti e delle progettualità per permettere al calcio di crescere, anche sul piano del valore economico.  C’è un problema di distribuzione di risorse, che però non deve trasformarsi in una guerra. La suddivisione equa delle risorse, accanto alle riforme compatibili, deve consentire al calcio di crescere. Apriamo un tavolo, portiamo tutti le nostre idee, argomentiamole e vediamo quali sono le migliori. Alla fine, le soluzioni si individuano“. Nonostante non si sia sbottonato, è un Balata che ora appare propenso alle riforme e pronto se non altro a parlarne. Dunque, un Balata non chiuso, come si paventava quando la proposta della serie B a 40 squadre ha cominciato a circolare. “Io credo – ha aggiunto –  che una riduzione della platea delle società che appartengono al mondo professionistico, vada fatta. Anzi, forse andava fatta da tempo“.

GIRONI NAZIONALI. Nel salutarlo, Badecchi ha congedato Mauro Balata con una battuta, nella quale il numero uno rossoverde dice come vorrebbe una eventuale serie B a 40 squadre, se dovesse essere fatta una riforma di quel tipo: “Se si facesse una serie B a 40 squadre, almeno si facciano due gironi su scala nazionale, non un girone di centro nord e uno di centro sud. Se devo fare la serie B, voglio giocarmela con squadre di livello e di ogni parte d’Italia. Così retrocedo un’altra volta e allora noi due litigheremo di nuovo”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Squadra al lavoro all'antistadio Taddei, la situazione nel report ufficiale....
L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Farris da terzino delle Fere a vice di Inzaghi all'Inter, anche lui festeggia il tricolore....

Altre notizie

Calcio Fere