Resta in contatto

Tifosi

Ternana, tifosi in ricordo di quell’ultimo derby

A due anni esatti dalla rimonta del Curi che ragalò il 3-2 sul Perugia che vinceva 2-0, sui social i sostenitori rossoverdi ricordano quell’emozione.

La rimonta, il gesto da “tagliagole” di Adriano Montalto, autore di una doppietta, diventato un po’ il simbolo di quella gionata, un derby vinto contro il Perugia al Renato Curi dopo tanti anni in cui mancava una vittoria nella straregionale umbra per eccellenza. Accadeva il 22 aprile 2018, con il successo per 3-2 della squadra rossoverde allora allenata da Luigi De Canio ai danni dei biancorossi dell’ex Roberto Breda, dapprima saliti avanti nel punteggio per 2-0. La rimonta cominciò a fine primo tempo con gol di Luca Tremolada. Poi, nella ripresa, la doppietta di Adriano Montalto regalò la vittoria alle Fere. Fu, di fatto, l’ultima grande gioia regalata dalla Ternana ai suoi tifosi prima dell’amarezza della retrocessione in serie C. A due anni esatti da quella partita, il 22 aprile 2020, i tifosi ternani hanno ricordato tutti insieme quella giornata, grazie a post e altre iniziative sui social media.

IMMAGINI E RICORDI DI UNA GIORNATA INDIMENTICABILE. Ricordi e post sin dal mattino. Sui vari gruppi social dedicati al tifo rososverde, tanti appassionati hanno postato ricordi e immagini di quel Perugia-Ternana, vissuto da molti di loro in curva allo stadio Renato Curi. Tra l’altro, alla tifoseria ternana era stato riservato il settore dell’impianto di Perugia posto proprio dietro alla porta nella quale sono entrati i due gol decisivi di Montalto nella ripresa. E così, in tanti a pubblicare foto, magliette celebrative, filmati girati coi telefonini in quel pomeriggio e anche video montati in un secondo memento e pubblicati sui social già all’epoca dei fatti. E’ stato, così, possibile rivedere il terzo gol di Montalto da diverse angolazioni e ripreso da diversi cellulari, i momenti di fine partita con la festa del dopogara, i file audio e video con la ormai celebre canzoncina del “2-1, 2-2 e 2-3” e anche la grande festa fatta da migliaia di tifosi allo stadio Liberati al momento del rientro del pullman della squadra da Perugia.

RIVIVIAMOLE IN VIDEO. C’è stata persino una diretta video, sulla pagina Facebook chiamata “La pagina di Monia e Gianna“, ideata e curata da due tifosissime della Ternana (in basso, pubblichiamo uno screenshot). Coloro che hanno risposto all’invito delle amministratrici della pagina, si sono collegati e hanno rievocato ricordi ed emozioni di quel pomeriggio. Ricordi partiti dalla mattina, con il raduno dei pullman dei tifosi davanti al piazzale antistante lo stadio Liberati. Poi l’arrivo a Perugia: “Faceva un caldo tremendo. Mi sa che a Perugia un caldo così non c’era mai stato. Forse, perché avremmo dovuto vincere?” Poi, la partita, vissuta con emozioni a 360 gradi, dallo sconforto del 2-0 iniziale del Perugia (“ci sentivamo rassegnati all’ennesima debacle“), fino alla rimonta e al sorpasso. E fino a quel terzo gol al quale “nemmeno noi credevamo“, al punto tale che c’è stato anche qualcuno che chiese: “Ma… che stiamo in vantaggio, ora?“. Da lì al fischio finale dell’arbitro, “i nove minuti più recupero più lunghi della nostra storia“, terminati poi con gli abbracci “con gente con cui nemmeno ci conoscevamo“. Infine, il rientro  a Terni e l’accoglienza al Liberati dei numerosi tifosi nei confronti della squadra di ritorno da Perugia, tra Adriano Montaltoaccompagnato sotto braccio fino all’ingresso dello spogliatorio“, calciatori che festeggiarono con le bandiere rossoverdi e tanti tifosi e tifose che “eravamo talmente tanti che, a un certo punto, in tutta quella folla, non ci ritrovavamo più nemmeno tra amici. Neanche a cercarci con il telefono, visto che lo avevamo quasi tutti scarico“. Fino ai ricordi di come venne vissuto il risultato del derby il giorno dopo, tra studenti andati a scuola vestiti di rossoverde (“per molti ragazzini, è stata un’emozione unica in quanto non avevano mai visto vincere un derby alla Ternan contro il Perugia“) e sportivi usciti di casa con indosso la tuta delle Fere.

CORONAVIRUS GUASTAFESTE. 22 aprile, data ancora cruciale? Lo sarebbe stata, se il coronavirus non lo avesse impedito.  Come è stato ricordato, l’emergenza e il lock-down, oltre ad aver bloccato tutto il calcio, ha impedito anche che la giornata del secondo anniversario del derby vinto al Curi potesse essere anche quella di un’altra possibile festa.Questo maledetto coronavirus ci ha impedito oggi di essere allo Juventus Stadium, per giocarci contro la Juventus Under 23 la vittoria della Coppa Italia di serie C“. I tifosi hanno parlato tra loro anche di un’eventuale ripresa del campionato. L’idea generale, ascoltando i tifosi, è quella di non poter fare nè soluzioni avventate o amene (compresi i sorteggi), nè ricominciare per forza e a discapito della salute generale. Insomma, ricominciare sarebbe bello, ma solo se possibile e solo senza più rischi di contagio.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Tifosi