Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Carignani: “Ripartire da sport e strutture, via la burocrazia per il progetto della Ternana”

L’avvocato, presidente onorario del Coni ternano, sul dopo Covid-19: “Rimodernare subito Liberati e Sabotino, senza pastoie. Operazioni per rilanciare tutti gli sport e l’attività di base”

Massimo Carignani, presidente onorario del Coni ternano, interviene con una nota sulle vicende che riguardano la ripresa del calcio e dello sport in generale a Terni dopo la fine dell’emergenza Coronavirus. Fra i tanti argomenti, spicca quello relativo allo stadio Liberati ed al palazzetto dello sport.

VIA LA BUROCRAZIA. La ripartenza  può e deve passare anche da queste strutture. Carignani lo dice forte, chiedendo il superamento della burocrazia: “Si cerchi di completare gli impianti sportivi, prosegua senza indugi e pastoie burocratiche l’iter per il palazzetto dello sport da me, allora presidente Coni provinciale, reclamato sin dal 1998. Si approfitti del momento per risanare il campo-scuola di atletica leggera. Si eviti burocrazia per rimodernare lo stadio Libero Liberati e gli impianti sportivi di via Sabotino come da progetto della Ternana Calcio, ringraziando sin d’ora il presidente Bandecchi”, scrive.

RIPARTIRE DALLO SPORT. Secondo Carignani “da questa pandemia proprio lo sport, specie a Terni, può trovare l’occasione propizia per completare il suo ruolo di ‘città europea dello sport’.” In questo quadro, secondo l’avvocato Carignani diventa fondamentale tutelare tutte le discipline: “Si rilanci l’attività sportiva nelle scuole, si ricreino i gruppi sportivi scolastici valorizzando discipline come l’atletica leggera, la pallavolo, la pallacanestro, la pallamano, con incentivi maggiori ai professori di Educazione fisica. Si creino le premesse per le attività ludico-sportive con insegnati idonei nelle scuole elementari. Siano rafforzate le eccellenze sportive già esistenti nel nostro territorio, vedi scherma, canoa, canottaggio tiro con l’arco e tennistavolo. Terni, con la sua posizione geografica centrale, può divenire veramente un punto sportivo di interesse nazionale. Si rafforzino come un tempo le strutture territoriali del Coni che hanno in Umbria e Terni personale e capacità idonei per coordinare questo lavoro di rinascita”.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

??????????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 anni fa

Presidente onorario del coni ……..un altro magnaccia come tanti …..Che brutta persona …..

Articoli correlati

Il commento del tecnico rossoverde in sala stampa dopo il pareggio del Liberati contro i...
Partita complicata per i rossoverdi che evitano la sconfitta solo grazie a tre parate super...
Gara scialba tra le due squadre, in campo brillano solo i due portieri....
Calcio Fere