Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

C’era una volta il calcio – Nell’uovo di cioccolata, la Ternana

Nelle giornate senza campionato, riviviamo la stessa data del passato in cui si giocava. L’ultima volta dei rossoverdi in campo nel giorno di Pasqua.

Il giorno di Pasqua, solitamente, non si gioca. Eppure, c’è stato un periodo in cui capitava spesso di andare in campo anche in questa giornata festiva. Per trovare l‘ultima volta in cui la Ternana giocò in questo giorno, però, bisogna andare indietro di oltre quarant’anni. Con il calcio ad oggi fermo per l’emergenza da coronavirus, la nostra rubrica provvisoria torna indietro nel tempo per ritrovare proprio un giorno di Pasqua, l’ultimo, in cui la Ternana ha giocato una partita.

UNA SFIDA DIFFICILE. E’ domenica 10 aprile 1977. I tifosi rossoverdi, dopo il pranzo Pasquale e le tradizionali uova di cioccolata, hanno un altro appuntamento pomeridiano, quello con lo stadio. Al Liberati, infatti, si gioca Ternana-Pescara. Il campionato è quello di serie B. I rossoverdi allenati da Omero Andreani (nella foto in evidenza recentemente scattata) affrontano il Pescara di Giancarlo Cadè. E’ una partita importante e impegnativa, visto che il Pescara è nelle zone più alte della classifica. A fine anno, arriverà terza e festeggerà la prima promozione in serie A della sua storia, salendo di categoria insieme a Lanerossi Vicenza e Atalanta. Allo stadio tenano, finisce 0-0. Per la squadra rossoverde, un punto buono contro una delle compagini più in forma del torneo. Tra i calciatori in campo, nell’undici abruzzese, anche l’ex Andrea Prunecchi e Angelo Orazi che quasi tre lustri dopo sarebbe diventato allenatore dei rossoverdi. La Ternana, invece, non se la passa bene e deve lottare per la salvezza. Riuscirà, alla fine, a restare in serie B grazie a una volata tanto incredibile quanto clamorosa simile a quella della squadra di Fabio Liverani nel 2017.

DA ALLORA, MAI PIU’. Quel Ternana-Pescara, di fatto, è stato l’ultimo incontro di calcio disputato dai rossoverdi in una domenica di Pasqua. Fino ad allora, non era affatto inconsueta, la cosa. Basti pensare che allora i campionati non si fermavano, salvo alcune eccezioni in cui si giocò il lunedì di Pasquetta. L’anno successivo a quel 1977, la sfida Pasquale tra Ternana e Cesena (0-0) venne disputata il martedì successivo. Poi, da lì in avanti, si è giocato quasi sempre il sabato, oppure in turno infrasettimanale prima del giorno di Pasqua.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Baldini ( ha un caratteraccio, ma grande stratega e trascinatore , cose che mancano alla ternana)"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da Rubriche