Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana-Virtus Francavilla 0-2, brusco risveglio per le Fere

Passano i pugliesi al Liberati. Rossoverdi brutti e spenti. Grande delusione da parte di tutti, compreso il presidente Bandecchi. Gallo a rischio.

Brutta prestazione, per la Ternana, battuta 2-0 dalla Virtus Francavilla allo stadio Liberati. Una sconfitta che è bastata a fare perdere ai rossoverdi ancora più contatto con la vetta della classifica, con la formazione di un delusissimo presidente Stefano Bandecchi adesso da sola al quarto posto in classifica, con il Monopoli che le ha preso tre punti pesanti. Partita brutta, pubblico deluso, contestazione da una parte della tifoseria. Il gennaio redditizio della squadra rossoverde sembra lontano. Questo mese di febbraio, in campionato, sta fruttando molto poco. E le prime voci del dopopartita riguardano il tecnico Fabio Gallo, dato come fortemente in bilico.

TORNA IL BRUTTO FILM. Già l’inizio della partita non è stato dei migliori, per la Ternana. Le intenzioni propositive della Virtus Francavilla si sono viste subito, mentre i rossoverdi non trovavano di meglio da fare che “cincischiare” negli ultimi metri di campo, come al solito. Al 17′, rossoverdi sotto di un gol. Su calcio di rigore, ha segnato per la Virtus Francavilla Vasquez. Il penalty è stato assegnato dall’arbitro Monaldi di Macerata a causa di un tocco di mano in rea di rigore di Russo. Ternana scossa, con quel gol preso. Virtus Francavilla galvanizzata. E Virtus Francavilla persino vicina al raddoppio. Clamorosa l’occasione che ha visto Vasquez trovarsi da solo davanti a Iannarilli, ma ha mancato la doppietta con un tiro respinto dalla traversa, con rossoverdi graziati anche sulla ribattuta da una conclusione alta di Antonino Gallo. Di fatto, è stato l’ultimo frangente in cui la squadra rossoverde ha rischiato nella prima frazione di gioco. Da lì all’intervallo, possesso di palla quasi esclusivamente di marca ternana, ma come sempre è mancata la concretezza sotto porta. Tanti cross di fatto gettati via per la mancanza di cecchini capaci del colpo di testa vincente, oltre a tentativi con palla bassa ugualmente imprecisi oppure intercettati dalla retroguardia avversaria. Quanto è bastato per suscitare pure il malcontento del pubblico presente, con quache fischio volato dagli spalti.

L’AFFONDO. Ripresa cominciata tra tante speranze di poter riprendere in mano una partita, ma finita con la più cocente delle delusioni. I minuti iniziali di buona volontà da parte della squadra di Gallo avevano anche fatto illudere che stavolta la rimonta potesse essere possibile. Ma la doccia fredda definitiva e decisiva è arrivata quando l’ex di turno, Marino, ha trovato di testa il raddoppio sugli svluppi di un calcio di punizione.Gol su palla inattiva, vale a dire sulla stessa situazione nella quale la squadra rossoverde non ha fatto nulla in angoli e punizioni che pure ha avuto nell’arco della gara intera. Il 2-0 ha di fatto tagliato le gambe definitivamente ai rossoverdi, spegnendone i sogni. Da lì alla fine, niente più. La squadra rossoverde ha continuato ad avere il suo predominio teritoriale, ma sempre senza impensierire il portiere avversario. O meglio, un paio di volte lo avrebbe pure fatto, con l’estremo difensore della Virtus Francavilla bravo a respingere un paio di conclusioni, anche con l’aiuto del palo. Nulla da fare. Cambi inutili, da parte di Gallo. La Virtus Francavila non ha fatto che controllare sul velluto una partita indirizzata sui propri binari e alla fine vinta con merito. Per la Ternana, invece, arriva pure la prima sconfitta interna dell’anno 2020.

Il tabellino.

TERNANA (4-3-2-1): Iannarilli; Parodi, Russo, Bergamelli, Mammarella (13’st Celli); Defendi, Verna (11’st Proietti), Palumbo (23’st Furlan); Partipilo, Marilungo (13’st Ferrante); Vantaggiato (23’st Torromino).

Panchina: Tozzo, Sini, Mucciante, Salzano, Onesti, Niosi. Allenatore: Gallo.

V.FRANCAVILLA (3-5-2): Poluzzi; Tiritiello, Marino, Caporale; Di Cosmo (47’st Sparandeo), Mastropietro (25’st Castorani), Zenuni, Risolo (25’st Abertini), Gallo (34’st Nunzella); Perez, Vasquez (34’st Marozzi).

Panchina: Costa, Delvino, Pambianchi, Setola, Marozzi, Baclet, Ekuban. Allenatore: Trocini (squalificato, in panchina Ginobili).

Arbitro: Monaldi (Macerata).

 

7 Commenti

7
Lascia un commento

avatar
6 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Emanuele Lombardini Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Forza Fere

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Credo modestamente x me ci sono delle carenze di gioco, non cambiano mai modulo,Parodi,sulla fascia,Mammarella a sinistra,Palumbo,
Furlan, cross,alto Marilungo,può arrivare di testa?
ieri ci mancava Russo,sono 5 giornate che l’attacco non segna.
Sempre FORZA FERE,

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Francavilla è’ molise nonnpuglia

Emanuele Lombardini
Editore

In Molise non c’é alcuna Francavilla. Questa é Francavilla Fontana, provincia di Brindisi, Puglia. Poi c’e quella al Mare, che é in Abruzzo e quella in Sinni, in Basilicata

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

E ora di cambiare .

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Longarini veniva contestato e ci faceva fare la B, il caxxaro rossoverde è osannato nonostante gli insuccessi ci sono delle cose poco chiare in tutto questo….

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Gallo va esonerato….x il bene della squadra ma soprattutto x i tifosi stanchi di queste scelte scellerate….un mister mediocre…!!.

Advertisement

Nicola Traini, il capocannoniere delle due stagioni in serie A

Ultimo commento: "Traini l'ho conosciuto dopo, da tecnico, perchè sono troppo giovane per ricordarmelo da calciatore. Una grande persona!"

Mirco Antenucci, il bomber dai gol impossibili

Ultimo commento: "Grande campione, speriamo domani non segni"

Ezio Brevi, il capitano di tante battaglie

Ultimo commento: "Grande uomo, prima ancora che grande calciatore, mi spiace che la Ternana non lo abbia riconfermato nello staff tecnico"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: "Lo ricordo quando vincemmo il campionato ed andammo in serie b un grande Paolo doto. Sempre forza Barletta"

Luis Antonio Jimenez, il mago cileno che ha incantato il Liberati

Ultimo commento: "Un grande talento, uno dei più forti visti a Terni"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti