Resta in contatto

Approfondimenti

Reggina-Ternana 1-0, un eurogol lancia Toscano

Decide una rete di Liotti dalla lunga distanza, ma poi una squadra rossoverde sbiadita non trova mai la reazione. Sconfitta pesante.

Il gol di Liotti trovato nel primo tempo ha deciso la partita e, molto probabilmente, anche il campionato. Ha vinto la Reggina, alla quale è bastato l‘1-0 per prendersi tre punti pesanti, per allungare ulteriormente in classifica, per mettere una seria ipoteca sulla vittoria del campionato e per dare uno schiaffo ai sogni di rimomta della quadra rossoverde. Ora, i punti di distacco dalla capolista sono 11. Tanti, anche se mancano 13 partite alla fine. Il posticipo serale, dunque, è stato amaro per il tecnico Fabio Gallo, per la squadra rossoverde e per un arrabbiatissimo presidente Stefano Bandecchi.

UNA SASSATA DECISIVA. Al Granillo, davanti al pubblico delle grandi occasioni, subito una partita avvincente, in cui entrambe le contendenti hanno dimostrato di averla preparata bene. Fabio Gallo ha optato per il 4-3-2-1, contro il 3-4-1-2 di Mimmo Toscano. Ternana subito buona nell’approccio alla gara. Già i primi minuti di gara sono apparsi molto vibranti, con le due squadre ad affrontarsi a viso aperto. Ternana pericolosa per prima con una girata di Ferrante finita alta, ma la Reggina ha risposto con una palla gol capitata sulla testa di Denis, con palla che ha sfiorato il palo alla sinistra di Iannarilli. Rossoverdi alla ricerca della profondità, soprattutto con Marilungo e Ferrante, ma di fronte c’era una Reggina attenta a non distrarsi su alcun pallone. Troppo leziosa, la Ternana, su alcune occasioni, tenendo troppo la palla e cercando eccessivamente l’uno contro uno anche quando si poteva tentare la conclusione in porta. La Reggina, poi, ha cominciato a pigiare sull’acceleratore. E la Reggina, quando lo fa, la concretezza sa trovarla meglio della Ternana. E così, arrivati alla mezz’ora di gioco, prima c’è stata una grande parata di Iannarilli su conclusione ravvicinata di Corazza, poi è arrivato l’eurogol di Liotti, trovato da più di venti metri e con palla che ha beffato il portiere rossoverde infilandosi sotto il sette. Il vantaggio della Reggina ha inizialmente scosso la squadra rossoverde, che ha rischiato appena un minuto dopo su una azione pericolosa sventata solo da una parata di Iannarilli. Nel finale, Ternana generosa alla ricerca del pari, ma troppo allungata.

SENZA REAZIONE. Ternana chiamata a giocarsi il tutto per tutto nel secondo tempo, per provare almeno a trovare il pareggio. La giocata giusta e decisiva, però, è sempre mancata. Tanti errori in mezzo al campo, squadra che è rimasta sempre troppo allungata. Mancando la precisione, lo spunto giusto non è quasi mai arrivato. E quelle poche volte che è arrivato, non è stato sfruttato a dovere. Una Ternana spenta. Di contro, la Reggina ha controllato bene e chiuso ogni spazio, trovandosi a manovrare bene palla nella propria fase di possesso. E così, se da una parta la squadra di Gallo ha dovuto pensare a cercare spazi alla ricerca del pareggio, dall’altra ha anche dovuto fare attenzione a non concedere alla Reggina eventuali folate improvvise, con il rischio di una chiusura del match anticipata. Ultime folate offensive da palla inattiva negli istanti finali della partita, da parte della squadra rossoverde, ma senza mai portare pericoli alla formazione di Toscano. Evidentemente, l’undici delle Fere difetta ancora nella capacità di sfruttare palle inattive e calci piazzati, laddove altre squadre ne fanno un punto di forza per costruirsi patrimoni di punti. L’impresa di tenere l’1-0, da parte della Reggina, è riuscita fino al fischio finale dell’arbitro Francesco Meraviglia di Pistoia.

Il tabellino.

REGGINA (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Gasparetto, Rossi; Blondett, Bianchi (30’st Nielsen), De Rose, Liotti (30’st Rubin); Bellomo (23’st De Francesco); Corazza, Denis (12’st Reginaldo).

Panchina: Farroni, Rolando, Bertoncini, Marchi, Paolucci, Mastour, Rivas, Sarao. Allenatore: Toscano.

TERNANA (4-3-2-1): Iannarilli; Parodi, Russo, Celli (19’st Sini), Mammarella; Paghera (1’st Salzano), Palumbo (37’st Furlan), Defendi (19’st Proietti); Partipilo, Marilungo; Ferrante (15’st Vantaggiato).

Panchina: Tozzo, Pernini, Bergamelli, Mucciante, Verna, Onesti, Niosi. Allenatore: Gallo.

Arbitro: Meraviglia di Pistoia.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Ezio Brevi, il capitano di tante battaglie

Ultimo commento: "Grande uomo, prima ancora che grande calciatore, mi spiace che la Ternana non lo abbia riconfermato nello staff tecnico"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: "Lo ricordo quando vincemmo il campionato ed andammo in serie b un grande Paolo doto. Sempre forza Barletta"

Luis Antonio Jimenez, il mago cileno che ha incantato il Liberati

Ultimo commento: "Un grande talento, uno dei più forti visti a Terni"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Dopo il “maestro” Corrado Viciani, Tobia è e rimane il più grande allenatore passato per Terni, e, il più grande “ultras” di tutta la curva..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti