Resta in contatto

News

Ecco la Casertana di quei tre ex-meteora della Ternana

La prossima avversaria dei rososverdi riporta al Liberati altre tre Fere del passato. Ma la loro parentesi ternana durò pochissimo. Ecco chi sono.

La Ternana continua a passare in rassegna i suoi ex. Con la Casertana, nella partita di domenica 8 dicembre al Liberati per la 18′ giornata di campionato, i rossoverdi affrontano una squadra nella quale ritrovano tre ex quasi fugaci. Per due in particolare, con un paragone cinematografico si può parlare di un “cameo” con le Fere. Un terzo, invece, è rimasto un po’ di più, ma non è andato oltre una singola stagione con la maglia delle Fere.

TRAMPOLINO DI LANCIO. Partiamo dall’allenatore, della squadra rossoblu, Ciro Ginestra. L’attuale tecnico della Casertana (nella foto in evidenza) è stato un attaccante e da giovane vestì anche la maglia della Ternana. Venne a Terni nella gestione societaria di Luigi Agarini, in serie B, indicato come un giovane interessante e di belle speranze pronto a lanciarsi in un campionato importante. Collezionò con la maglia della prima squadra quindici presenze con un solo gol segnato. Arrivato a stagione già cominciata, Ginestra andò via a fine anno e si trasferì a Venezia. E’ anche uno dei tanti ex rossoverdi ad aver successivamente vestito la maglia del Perugia.

MEZZA STAGIONE DA CARNEADE. Un’altra meteora rossoverde è sicuramente l’esterno sinistro Daniele Paparusso. In quanti, ricordano a Terni l’occhialuto calciatore oggi a Caserta? Pochi, forse. Paparusso, in serie B a Terni nella stagione 2013-2014 quando l’allora direttore sportivo Vittorio Cozzella lo acquistò a gennaio, è passato quasi senza lasciare segno. La sua esperienza rossoverde finì al termine di quella stessa stagione. Tre sole presenze, per lui. Ora, invece, a Caserta sta trovando abbastanza spazio.

IL PENDOLINO “MANCATO”. Qualcosa in più, a Terni, ha fatto invece Antonio Zito, il terzo degli ex oggi alla Casertana. Lui ha già affrontato i rossoverdi altre volte da avversario, in gare in cui il pubblico non gli ha risparmiato fischi. Anche lui, come Paparusso, faceva parte della rosa della Ternana della stagione 2013-2014. Venne acquistato in estate, nell’anno in cui fu allestita una squadra con l’intento di provare ad andare in serie A ma il risultato fu quello di una salvezza all’utima giornata. Allenato prima da Mimmo Toscano e poi da Attilio Tesser, Zito collezionò 26 presenze, segnando 3 gol. Nelle intenzioni di inizio stagione, avrebbe dovuto dare velocità e consistenza alla fascia sinistra.

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Zito 🤦‍♂️👎

Advertisement

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "https://vati.vnRiccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana"

Paolo Doto, il “Geniaccio” con le Fere nel cuore

Ultimo commento: ""GENIACCIO"Abbiamo collaborato insieme nella NARNESE di MISTER TOBIA nel1997/98. Ricordo ,grande personalita' con i giocatori ,sia nello spogliatoio,..."

Massimo Borgobello, un bomber che ha fatto storia

Ultimo commento: "Semplicemente un goleador fantastico Il Van Basten de TERNI💚❤💚❤💚❤ MAGARI OGGI AVERLO LI DAVANTI"

Il “Maestro” Corrado Viciani, il “gioco corto” e la storica serie A della Ternana

Ultimo commento: "L'inventore del tiki taka di oggi il gioco corto di allora "ONORE AL GRANDE MAESTRO" CORRADO VICIANI"

Roberto Clagluna, il ‘Clag’ e quella sua stagione da record

Ultimo commento: "homepageRoberto Clagluna, il"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News