Resta in contatto

News

Ternana-Fermana, in palio la possibilità… di una rivincita. Curiosità dalla Coppa e non solo

Alle 20.30 di mercoledì 6 novembre si giocano al Liberati i sedicesimi di finale, in gara unica, con eventuali supplementari e rigori. Corsi e ricorsi dalla manifestazione, ma anche dai precedenti match

Ternana e Fermana incrociano di nuovo gli scarpini dopo i due match di campionato dello scorso anno: 2-0 l’8 dicembre al Liberati, a Terni, con la celebre rete in rovesciata di Vantaggiato che poi dichiarò alla stampa di voler la Ternana, 0-0 nel ritorno ad aprile allo stadio Bruno Recchioni di Fermo. Si gioca in gara secca, quindi con eventuali supplementari e rigori in caso di parità al novantesimo e al 120′.

In palio c’è il passaggio agli ottavi di finale, dove la vincente troverà una fra Avellino e Cavese (in campo come i rossoverdi alle 20.30 di mercoledì 6, ma al Partenio-Lombardi). Inutile dire che il sapore di una possibile rivincita è molto stimolante, anche se per ora Gallo non ci pensa: “Guardo solo a questa partita, poi vedremo dopo”, ha detto in sede di presentazione del match”

Confronto inedito in Coppa fra le due formazioni, con la Ternana, che peraltro, affronta una squadra marchigiana nella Coppa Italia di serie C dopo 28 anni: l’ultima volta fu nella stagione 1991-92 e allo stadio Riviera delle Palme i rossoverdi uscirono battuti dal match del secondo turno (gara unica) contro la Sambenedettese per 2-0 a tavolino dopo aver concluso il match sul campo 0-0: lo decise il giudice sportivo a seguito di alcune irregolarità nei tesseramenti.

La vittoria in coppa, contro le marchigiane, manca dalla stessa stagione: nel turno precedente, al Liberati Modica e compagni si imposero 2-0 sulla Civitanovese (reti di Caramelli e Consonni). Bilancio positivo: 15 incontri complessivi, 6 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. Nei confronti al Liberati, invece 6 partite, 4 vittorie, un pari e una sconfitta

POCHI REDUCI. Fra giocatori ceduti e non convocati, sono soltanto due  i reduci della doppia sfida contro la Ternana in casa Fermana: Gianluca Urbinati e Massimo D’Angelo. Mauro Antonioli invece incrocia da tecnico per la prima volta la Ternana. Curiosamente, la Fermana è la prima squadra da lui allenata al di fuori dell’Emilia Romagna, visto che ha sin qui diretto  Bellaria (come vice e come primo tecnico), Real Rimini (vice), Verucchio, la Berretti del Santarcangelo e poi Ravenna, la Ribelle di Castiglione di Ravenna e l’anno scorso la Reggio Audace (già Reggiana).

BILANCIO FERMANO. Il bilancio delle sfide contro la Fermana vede la Ternana imbattuta al Liberati: sei vittorie e un pareggio risalente alla stagione 1963-64.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News