Resta in contatto

Rubriche

Ternana, la stagione ai raggi X: Frediani, versatile ma impiegato col contagocce

L’attaccante in prestito dal Parma è stato fra i pochi a salvarsi, adattandosi anche a ruoli non suoi, ma è stato impiegato con pochissima continuità. Con lui si conclude la nostra rubrica

Marco Frediani conclude il nostro viaggio all’interno della stagione dei calciatori rossoverdi. Il giocatore, arrivato in prestito dal Parma fra lo scetticismo generale, esce con un bilancio tutto sommato positivo: 31 presenze, 4 gol ma soprattutto una incredibile versatilità d’impiego.

Attaccante o trequartista, spesso impiegato nel tridente, è uno di quei giocatori che nella stagione ha tirato sempre la carretta e che soprattutto, ha saputo farsi trovare pronto alla chiamata in una stagione che lo ha visto spesso e volentieri partire in panchina.

CRESCITA. La prima da titolare è a Trieste, ma è contro il Monza, quando entra a partita in corso, che dimostra subito di saperci stare: partecipa alla vittoria con un gol e si guadagna la fiducia di De Canio che nel frattempo, in allenamento, lo prova in più posizioni, ricevendone risposte positive. Nonostante questo, è chiuso dai compagni di reparto: pochi minuti a Fano e altre cinque panchine nelle sei partite seguenti, con l’eccezione della gara contro l’Imolese.

Va segno di nuovo nella delicata partita contro il Rimini: De Canio, per sopperire ad un centrocampo decimato dagli infortuni, lo aveva schierato dal primo minuto in posizione di mediano e lui non solo ha risposto presente, ma ha anche realizzato una rete di pregevole fattura. L’apice è la partita contro la Giana Erminio: mentre la Ternana naufraga, rischiando la sconfitta contro il club lombardo, lui insieme a Bifulco, prova a tenerla a galla, ma le loro reti evitano soltanto il ko, ma non bastano per la vittoria. Chiude l’andata con un altro gol, il primo del successo contro il Teramo.

RITORNO. Complice anche l’appannamento di Vantaggiato e Marilungo, gioca con maggiore continuità nel girone di ritorno, anche se nella fase discendente della Ternana, anche lui finisce nel calderone. I cambi di gestione tecnica, con Calori prima e Gallo poi, non migliorano le cose e addirittura col Vicenza, in una delle partite chiave rossoverdi, entra nei secondi di recupero (gli era già successo nell’andata col Sudtirol). Nel complesso una stagione troppo spezzettata per lui, con picchi in alto, ma non supportati dalla continuità di impiego. Non gioca nemmeno un minuto nelle ultime due partite di campionato.

I NUMERI. Un dato su tutti riflette al meglio la stagione di Frediani: delle 31 presenze, due sole volte ha giocato tutta la partita dall’inizio alla fine e la prima volta è addirittura nel derby di ritorno a Gubbio, seguito dalla gara in casa con l’Imolese, nella quale naufraga come tutti. Sono complessivamente 1184 i minuti giocati: una media di 38 minuti a partita. Tornerà al Parma.

3 Commenti

3
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Marco Frediani più che orgogliosa di te!❤💚

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Se tornasse da dove è venuto

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

“Esempio di duttilita”
Infatti può ricoprire più ruoli.. e in tutti riesce a giocare male

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche