Resta in contatto

Approfondimenti

Ternana, per Fabris e Brevi esperienza al capolinea: ora De Canio è senza ‘vice’

L’allenatore conferma che i due non faranno più parte dello staff tecnico anche se per ora sono sotto contratto con la società. Chi siederà in panchina al fianco del tecnico a partire da domenica?

La conferma è arrivata nella giornata odierna, dallo stesso De Canio: Fabrizio Fabris ed Ezio Brevi non faranno più parte dello staff tecnico della Ternana. Il vice allenatore ed il collaboratore tecnico, che De Canio ha integrato con sè una volta arrivato a Terni, erano stati accantonati nell’allenamento della vigilia di Natale, dopo che nel giorno della sua assenza agli allenamenti, Brevi e Fabris avevano di fatto deciso il reintegro di Diakitè.

VEDUTE DIVERSE, LORO DECISIONE. Non lo dice chiaramente, parla di “un evento” che è successo “sul quale non ci si era confrontati a sufficienza prima, non si erano affrontate le cose prima e questo ha generato un confronto, tranquillo e civile. Non ho mai parlato male di loro. Non c’entrano le competenze. C’entra il modo di saper interpretare il ruolo,  come si gestiscono le cose: chi lavora con me, deve pensarla come me: se pago io credo di avere il diritto di avere persone che la pensano come me. Non voglio chiaramente togliere a nessuno il diritto di pensarla diversamente, ma è ovvio che in quel modo non si può lavorare”. E precisa: “Abbiamo avuto uno scambio d’idee, loro hanno ritenuto di andare via”.

RIPESCAGGIO. Brevi e Fabris, va ricordato, non sono uomini di De Canio: il tecnico, infatti, quando arrivò a Terni, non potè portare con sè il vice storico, Giovanni Pagliari, che rifiutò di venire a Terni perchè troppo legato a quel Perugia di cui lui è stato giocatore – e del quale ora allena la Primavera – Da qui la scelta di promuovere a vice Brevi, suo giocatore al Genoa, che era tecnico della Under 17 e portare con sè anche Fabris, già responsabile della scuola calcio: “Quando un capo struttura è nella situazione di dover dirigere un gruppo di solito le persone che le sono intorno sono persone con cui ha lavorato da tempo e che conoscono il modo di lavorare, le idee, i pensieri e i modi di fare dello stesso. Dovrebbe essere tutto convergente rispetto a quello che è il pensiero del vertice. Quando questo non accade ci si confronta e si sceglie la soluzione migliore in quel momento”,

STAFF ALL’OSSO. Che succederà ora? Brevi e Fabris sono  sotto contratto con la Ternana, che se deciderà – di confermare loro i contratti, dovrà integrarli in qualche ruolo. A De Canio però lo staff si accorcia: in questo momento non ha un vice e sarà interessante vedere chi siederà domani al suo fianco  visto che dei cinque  rimasti quattro non sono allenatori (Tiziano Mucciante, collaboratore tecnico, Coletti e Petralia preparatori atletici, Filippo Orlando responsabile scouting) e uno è il preparatore dei portieri Flavoni. Toccherà a Borrello, tecnico dell’Under 17, già vice di Mariani? Non resta che attendere

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti