Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ranucci fa gli auguri di Natale ai politici, ma tiene banco la vicenda stadio

Il presidente rossoverde prima di Ternana-Fermana raduna onorevoli, consiglieri regionali, comunali ed assessori: momento conviviale, ma quando si parla dell’acquisizione dello stadio, gli animi si scaldano

Auguri di Natale? Più o meno. Il fatto è che l’allegra tavolata radunata nell’area ospitalità dello stadio Liberati dal presidente della Ternana Stefano Ranucci, comprendente esponenti politici nazionali e locali, è servita certo a scambiarsi gli auspici per il periodo natalizio appena entrato , ma è stata, inevitabilmente, anche terreno di confronto sul tema caro alla Unicusano: l’acquisizione dello stadio.

STADIO SI, STADIO NO. Bandecchi aveva rilanciato dalle colonne de Il Messaggero e usando lo stesso media, l’assessore Dominici gli aveva risposto che bisognava ancora attendere. Oggi la discussione non è stata da meno. Ranucci ha chiesto una risposta all’amministrazione, ma l’assessore allo sport Elena Proietti ha spiegato- come riferisce Sporterni – che  prima ancora di quantificare attraverso una perizia il reale valore dell’impianto è necessario capire se da parte della Giunta c’è la volontà o meno di procedere all’operazione oppure quella di proseguire con un canone di affitto, magari ribassato. Questione che- come ha sottolineato il presidente del consiglio comunale Francesco Ferranti, dovrebbe passare anche dall’assise di Palazzo Spada.

Quando si tocca la questione economica – i murales restaurati a spese della Ternana, che ha speso anche  per le luci, per la risistemazione del campo Taddei e degli altri locali dello stadio e il Comune che invece investirà per il PalaDivittorio – gli animi si scaldano. Ranucci dice: “Aspetto una risposta sulla manifestazione di interesse, è una questione di principio“, la Proietti parla di burocrazia lenta. Una questione che non sarà facile sbloccare, nemmeno con un tavolo condiviso, come proposto da più parti.

BIPARTISAN. Al tavolo oltre a Ranucci e Tagliavento c’erano due onorevoli, il senatore Leonardo Grimani (Pd) e il deputato Raffaele Nevi (Fi),  il vicepresidente della Regione ed assessore regionale allo sport Fabio Paparelli (Pd), il consigliere regionale Eros Brega (Pd), il capogruppo in Regione nonchè consigliere comunale della Lega Emanuele  Fiorini, il sindaco Leonardo Latini (Lega), l’assessore allo sport del Comune Elena Proietti (FdI), il presidente del Consiglio Comunale Francesco Maria Ferranti (Fi), i capigruppo in Comune Lucia Dominici (Fi), Francesco Filipponi (Pd), Alessandro Gentiletti (Senso Civico-LeU), Michele Rossi (Terni Civica), il consigliere comunale della Lega Cristiano Ceccotti, il consigliere comunale del Gruppo Misto Federico Brizi. Insomma un tavolo bipartisan, anzi multipartisan. Del resto, la proprietà della Ternana, è sempre molto attenta alla forma e non solo…

Il tavolo degli auguri, nella foto di Lorenzo Pulcioni ricondivisa dal profilo facebook del senatore Grimani

Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
trackback

[…] durante lo scambio di auguri natalizi voluto dal presidente Ranucci con i politici nazionali locali si respirava un clima di imbarazzo, perchè il destino dello stadio non è ancora stato deciso e perchè probabilmente ci sarà da […]

Articoli correlati

L'incredibile stagione del calciatore pisano. che per ben 5 volte si è visto annullare gol...
Rossoverdi a caccia del bis dopo aver sfatato un incantesimo che durava 18 anni: la...
Con mezza difesa fuorigioco, diventa fondamentale il recupero del centrale danese. Ma in ogni caso...

Altre notizie

Calcio Fere