Calcio Fere
Sito appartenente al Network

Ternana-Gubbio, De Canio: “Sandreani pratica un buon calcio, meritiamo grande sostegno”

Il tecnico rossoverde ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del derby contro i rossoblù: “Possiamo fare ancora meglio, devo ancora decidere la formazione”

Luigi De Canio, tecnico della Ternana in conferenza stampa parla della  sfida di domani sera: “Le partite in questo campionato non sono mai facili, – dice –ormai lo abbiamo imparato. Il Gubbio è un’ ottima squadra e verrà a Terni con la volontà e lo stimolo di poter far risultato contro di noi. Come giocherà il Gubbio? Dipenderà anche da quello che faremo noi e si adatterà. Hanno buone qualità di palleggio, giocatori molto veloci aggressivi e dinamici, a centrocampo sno una buona squadra. Cercheranno di fare la loro partita e cercheranno di sfruttare i nostri errori“.

SEGNALI POSITIVI.La vittoria di Fano? Dopo quella di Monza si rischiava di adagiarsi sulla prestazione del Brianteo – spiega De Canio – e si basarsi solo sulle proprie qualità tecniche. Invece bisogna sempre calarsi nella partita, il campionato è pieno di insidie e la vittoria di mercoledì è stata un bel segnale. Le qualità tecniche ci sono, ma ancora per diventare squadra e giocare bene serve tempo. A Fano avevamo un centrocampista di ruolo in più come Pobega, non è un caso che Salzano si sia trovato in posizione d’attacco nell’occasione del gol. Anche Callegari, un ragazzino alla prima esperienza profesisonistica, è cresciuto molto in personalità. I margini di miglioramento sono molto alti. Giocando bene palla a terra potremo far emergere ancora di più le nostre qualità. Gubbio più riposato? Abbiamo fatto 15 ore tra andata e ritorno di pulman nelle due trasferte. Le vittorie però aiutano a recuperare psicologicamente prima.”

ATTACCOEquilibrio ritrovato? I nostri allenamenti sono volti proprio a questo. Siamo una squadra votata all’attacco per caratteristiche, anche i giocatori che sono adesso fuori. E’ importante l’interpretazione del ruolo, un centrocampista vero ha i tempi di gioco e la visione giusta. In questo momento stiamo adattando alcuni giocatori, si stanno impegnando molto e gliene va dato merito”, spiega il tecnico.

CAPITOLO INFORTUNI. Ancora nessuna novità sul fronte degli infortunati: “L’ infortunio di Vives? Attendiamo notizie – sottolinea –  non so dire ancora i tempi precisi. Non c’è un problema serio, ma attendiamo qualche settimana. Fazio è uscito con la borsa del ghiaccio per un pestone, ma non è nulla di grave. I ragazzi hanno una grande professionalità, curano il loro corpo al dettaglio. Sno ragazzi di alto valore morale, a Terni dovete sare tranquilli e orgogliosi di essere rappresentati da loro”.

SPIRITO DI GRUPPO. Un tema, quello dei centrocampisti ko sul quale De Canio insiste molto: “Dopo la partita di domenica avremo una settimana libera dove potremo allenarci al meglio. Ma poi fine a dicembre avremo i recuperi. L’unica cosa che mi preoccupa è l’assenza dei centrocampisti. Sappiamo tutti che questa squadra può fare meglio, ma in termine di continuità possiamo essere soddisfatti per tutte le situazioni che sono capitate. Abbiamo cambiato molte volte la preparazione, ci è capitato spesso di essere pronti a giocare, con la testa sulla partita, e poi ci sono stati dei rinvii e vi assicuro che non è stato semplice. I ragazzi sono stati bravi a mascherare tutte queste difficoltà. Le dinamiche con cui è stata costruita la squadra ha fatto si che gli allenamenti non siano stati mai al completo. Non cerco alibi, voglio raggiungere risultati importanti, ma voglio che tutti questi aspetti vengano ricordati nei momenti di difficoltà. La società è seria e sana, vuole fare cose importanti. I giocatori sono seri e capaci, non vedo elementi per dire il contrario. Questo progetto va appoggiato, anche e soprattutto nei momenti difficili

VINCERLE TUTTEL’obiettivo- prosegue il tecnico –  è chiaro a tutti, vorrei vincerle tutte e rimanere imbattuto. Il curriculum e il passato serve solo a ricordare che qualche competenza la abbiamo. Ai ragazzi chiedo sempre il massimo, mi arrabbio quando prendiamo gol e vorrei vincere sempre. Ho grande voglia e grande passione che mi spinge nel lavoro, data anche da questo progetto molto serio. Stiamo costruendo quacosa di importante sia per quest’anno che per il futuro. Sandreani? Conosco il padre, ha fatto una carriera importante. Il figlio sta facendo molto bene, credo che sia avviato sulla buona squadra. Il Gubbio gioca molto bene sia in casa che fuori”

LE ULTIME. Infine, De Canio fornisce indicazioni sulla formazione ed esce fuori qualche novità:  “Frediani ha fatto molto bene, potrebbe giocare domani. Non è una mezzala ma in caso di necessità potrebbe anche farlo, sia lui che Furlan. Anche Defendi non lo considero una mezzala ma si adattta come si è adattato ad altri ruoli. Un’idea di massima per la formazione ce l’ho, ma devo ancora parlare con alcuni calciatori per capire la loro condizione fisica, atletica e psicologica. Vantaggiato? Non deve essere ossessionato dal gol. anche se non segna e da il suo contributo non mi interessa, sono soddisfatto lo stesso. A me interessa vincere le partite, stesso discorso vale per tutti gli altri. La cosa che conta di più è il gruppo e l’obiettivo finale, probabilmente a Livorno giocavano tutti per lui e ha segnato molto, ma è un grande uomo ed un grande professionista. E’ un gruppo, ripeto, che merita stima. E’ difficile ogni partita per una quadra completamente nuova, che è costretta a vincere sempre. C’è la voglia di tutti di essere protagonisti, nelle difficoltà dobbiamo essere sostenuti, sono fiducioso sul comportamento della squadra da qui alla fine della stagione”.

 

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Nelle Fere Carboni c'è e stessi 11 di Reggio, Lecco a possibile trazione offensiva....
Breda verso la riconferma dell'undici di Reggio, tante assenze per Aglietti....
Dopo la vittoria di Reggio Emilia, Breda cambia poco o nulla....
Calcio Fere