Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Ternana va avanti per il ripescaggio, Lo Monaco pensa al risarcimento

l’Ad del Catania,altra società in attesa di ripescaggio, è pronto a chiedere tanti soldi. “Ripescati ora? Sarebbe un danno, con 8 partite da recuperare”. Poi rivela: “La graduatoria, c’è”.

Adesso parla di soldi e quantifica eventuali risarcimenti da chiedere. Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania calcio, è pronto a far valere i propri diritti in sede di risarcimento. Ribadisce, come aveva fatto pochi giorni fa, che il ripescaggio ora non farebbe bene a chi dovesse beneficiarne. Riguardo alla graduatoria, dice: “Vi assicuro, che c’è“.

Lo Monaco parla ai microfoni di RadioSportiva e interviene sulla questione dei ripescaggi. Il Catania, così come la Ternana, è tra le società in attesa di ripescaggio in serie B (le altre sono Novara, Siena e Pro Vercelli, più l’Entella che chiede la riammissione). Mentre il presidente della Ternana Stefano Ranucci annuncia che andrà avanti per avere giustizia, l’Ad del Catania ora parla di risarcimenti. E dice di essere pronto a chiedere 12 milioni di euro per danni: “Assolutamente, li richiederemo – dice – dal momento che anche la giudice del Tar (Germana Panzironi, ndr)  si domanda chi possa mai quantificare un danno così enorme, come quello subito da chi ambiva al rispescaggio in B“.

IL RIPESCAGGIO, UNA MUTILAZIONE. Ripescaggio ora? Per Lo Monaco, sarebbe un problema. Visto il momento in cui si è arrivati, ci sarebbe troppo da fare per rimettersi in pari con le altre. “Oggi – spiega – una volta ripescati in Serie B, come si potrebbero recuperare 8 partite? Chi verrà ripescato partirà già mutilato. La Serie B dovrebbe fermarsi, sarebbe un atto di buon senso. Credo che in questo momento siano in confusione totale, si sono ammazzati tra di loro per 700mila euro in più. Probabilmente le squadre ripescabili domenica non giocheranno, in attesa che si possa ristabilire un percorso di regole”.

“CONSOCO LA GRADUATORIA”. Pietro Lo Monaco parla anche della graduatoria dei ripescaggi. A suo dire, questa esiste già e, sebbene non ufficiale, sarebbe veritiera a tutti gli effetti. “Vi posso garantire al 100% – sostiene – che esiste una graduatoria ufficiale dei ripescaggi, che prevede al primo posto il Novara, al secondo posto il Catania, al terzo posto la Robur Siena, al quarto la Ternana e al quinto la Pro Vercelli“. Ma ammette che la partita si gioca sulla sentenza della giustizia endofederale che rende ripescabili proprio il Novara e la sua società: “Tutto si gioca sulla sentenza pro Novara: è vigente o non vigente?

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News