Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana, Bandecchi show: “Ci siamo rialzati dopo tante botte, è caduto chi le ha date…”

Stefano Bandecchi

Durante la conferenza stampa di Ranucci irruzione telefonica del patron Bandecchi, che commenta alla sua maniera la sentenza del Tar

Durante la conferenza stampa del presidente Stefano Ranucci incursione telefonica del patron della Ternana Stefano Bandecchi, che viene messo in viva voce ai cronisti presenti. Il patron rossoverde è un fiume in piena: “Penso che qualcuno sarà sorpreso, questa vicenda è come quando dopo un incontro duro dove abbiamo preso tanti cazzotti, chi li ha dati vede l’avversario rialzarsi ed è lui invece a cadere a terra“.

BARZELLETTA. Non si tiene, Bandecchi: “Penso che oggi dovrebbero essere tutti contenti: tifosi rossoverdi, giornalisti e giocatori, perchè leggendo il testo dell’ordinanza, è scritta proprio dando ragione a tutto quello che chiedevamo, anche se ovviamente non coinvolge soltanto noi ma anche le altre squadre. E’ stato stabilito che nessuno doveva permettersi di far diventare il campionato di serie B una barzelletta a 19 squadre: doveva essere a 22 e poi eventualmente, cambiare format col tempo secondo le regole stabilite dalle NOIF. Qualcuno ha abusato del proprio potere, provocando danni di entità difficilmente quantificabile“.

VITTORIA SU TUTTI I FRONTI.Questa sentenza- dice Bandecchi – riporta giustizia in un panorama calcistico nazionale che aveva perso la bussola. Mi aspetto che Gravina ora si ricordi delle parole di agosto, quando aveva detto che quello che stava succedendo in serie B e serie C era una ingiustizia clamorosa.  I campionati sono tutti collegati, non sono slegati fra loro. Questa sentenza l’abbiamo imparata a memoria perché è come se l’avessimo scritta noi. E’ una grande vittoria, abbiamo vinto noi e le ordinanze in questa sentenza lo certificano. Se avesse ragione mai il Novara noi saremmo i secondi ad essere ripescati perché il Catania è out per illecito; se  invece l’Entella andrà su con il Cesena retrocesso saremmo secondi. Se resterà tutto così saremmo i primi.  Ma ora non mi interessa che la Ternana sia prima o seconda nella graduatoria dei ripescaggi, mi interessa che ci ridiano i nostri diritti e che non questa domenica ma la prossima, tre squadre fra cui noi, giochino in serie B”.

AMICI E NEMICI.  Infine, torna sul discorso relativo a presunti ‘nemici’ che la Ternana potrebbe incontrare in caso di ripescaggio: “Durante gli incontri in campo siamo tutti un po nemici. Se la Figc non deciderà di fare ricorso la partita sarà finita e forse noi l’avremo vinta. Il nostro avversario diventerà nostro amico e magari dopo la partita potremo anche andare a cena. Io anche quando ho perso mi sono fatto curva Nord ed Est perché anche quando perdo ci metto la faccia”

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News