Resta in contatto

News

Governo, Coni e Figc insieme: allo studio la riforma della giustizia sportiva

Incontro tra Gravina e Malagò, individuato il percorso che eviterebbe l’intervento governativo. Sarà rivisto il sistema dei controlli e del rilascio delle licenze nazionali, tempi più ristretti e meno gradi di giudizio

Ottenuto il consenso quasi totale del mondo del Calcio, il neoeletto presidente Figc Gabriele Gravina ora sta lavorando anche sul fronte governativo. Venerdì il Consiglio nazionale del Coni sarà chiamato a legiferare sull’autoriforma della Giustizia sportiva auspicata dal sottosegretario Giancarlo Giorgetti, che sarà presente al Foro italico ed è evidente che per Gravina si tratterà di un passaggio chiave.

Giorgetti, come si sa, ha invitato il Calcio a trovare la soluzione al suo interno e solo in ‘estrema ratio’ ha dichiarato che dovrà intervenire il Governo. Ieri mattina Gravina e Malagò si sono incontrati insieme a Sibilia e hanno avuto modo di colloquiare proprio riguardo al fronte della Giustizia sportiva, con il preciso obiettivo di trovare un compromesso: la Federcalcio si dice pronta a rivedere il suo sistema di controlli ed entro la fine dell’anno diramerà i requisiti necessari per il rilascio delle licenze nazionali, mentre via libera o eventuali esclusioni saranno anticipati e l’unico grado sportivo per i ricorsi sarà una nuova sezione del Collegio di Garanzia attuale, che avrà però un tempo ristretto per pronunciarsi, non più di 30 giorni.

Altrimenti toccherà alla giustizia amministrativa e dunque al Tar del Lazio. In base a questo schema, il Sottosegretario potrebbe ritirare il provvedimento governativo, mentre anche Malagò avrebbe commentato la possibilità con soddisfazione. Resta da capire se e come influirà in questo processo naturalmente la clamorosa sentenza di questa mattina da parte del Tar del Lazio sulla Ternana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News