Calcio Fere
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Ternana, le ultime in casa Virtus Verona: cambia il modulo

Luigi Fresco (foto Liborio Verona)
Luigi Fresco (foto Liborio Verona)

Novità in casa rossoblù: il tecnico ha tutti a disposizione e sceglie una variazione tattica rispetto alla gara di Trieste. Nomi  noti in attacco

Il presidente-allenatore della Virtus Verona Luigi Fresco ha parlato stamattina in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Ternana. Dopo due sconfitte, in Campionato e in Coppa, Fresco non si scopre ma mostra voglia di rivincita:

Abbiamo tanta rabbia dentro per come si sta sviluppando questa prima fase di campionato.- dice il tecnico – A Trieste avevamo tenuto ottimamente il campo e quando lo 0-0 sembrava ormai vicino abbiamo subito un gol evitabilissimo. Da lì è chiaro che la partita è cambiata. Anche mercoledì a Salò abbiamo fatto bene, tenendo il campo alla grande nonostante diversi ragazzi fossero all’esordio senza aver mai giocato 90’. In cuor mio sono molto soddisfatto del lavoro fin qui svolto, mi dispiace solo per il fatto che i risultati non stiano supportando i nostri sforzi. Sono altrettanto certo però che la ruota molto presto girerà e finalmente potremo iniziare a gioire anche noi”.

FOLLIA CONTRO LE FERE. Poi svela il segreto che secondo lui serve per provare a battere la Ternana: “Con un pizzico di sana follia, del resto non abbiamo alternative. Il calendario è stato davvero inclemente con noi, ce lo hanno ricordato tutti quelli che finora abbiamo incontrato. Adesso però è arrivato il momento di accelerare, serve la svolta. Come? Inanellando qualche risultato positivo. Non esiste altra medicina”.

PROBABILE FORMAZIONE. Poche indicazioni dal tecnico, che recupera anche il terzo portiere (ma partono tutti alla pari) Giacomel mentre non c’è ancora Rubbo. Per il resto tutti a disposizione, ma il modulo passa al 4-3-1-2, rispetto alla gara di Trieste dove invece Fresco aveva  giocato con la difesa a tre.  In porta, il dualismo fra Sibi e Chironi dovrebbe risolversi in favore del giovane gambiano, il modulo dovrebbe essere speculare a quello rossoverde con il duo d’attacco composto dall’ex rossoverde Domenico Danti (oppure l’ex barese Grandolfo) e dall’ex Inter Matteo Momentè supportato da Manarin. A centrocampo, Speri dal primo minuto, fra i difensori panchina per N’Zè.

Nel 4-3-1-2 in campo: Sibi; Lavagnoli, Trainotti, Rossi, Lancini; Casarotto, Grbac, Speri; Manarin, Momentè, Danti. A disp.: Chironi, N’Zè, Pinton, Sirignano, Maccarone, Alba, Danieli, Merci, Santuari, Fasolo, Grandolfo, Ferrara. All.: Fresco

Nella foto di Liborio Verona, Luigi Fresco

 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Farris da terzino delle Fere a vice di Inzaghi all'Inter, anche lui festeggia il tricolore....
Allenamento a porte chiuse all'antistadio, il danese non è dato più tra i differenziati....
Interrogazione del consigliere dem Paparelli nel question time: "Fare chiarezza sulla situazione". Replica dell'assessore Coletto:...

Altre notizie

Calcio Fere