Resta in contatto

News

Ternana assente al Consiglio di Stato, si decide tutto il 23 ottobre

La società rossoverde non ha partecipato alla riunione dell’organo della giustizia amministrativa, ma presenta un nuovo ricorso al Tar

Ennesima puntata della “fiction” più thriller degli ultimi anni in ambito calcistico. Oggi al Consiglio di Stato si è tenuta la discussione che riguardava anche l’eventualità di immediata applicabilità del decreto Giorgetti. Assente la Ternana, che proprio alla luce del nuovo decreto-legge 115/2018, ha ritenuto opportuno saltare questa tappa presso l’organo amministrativo di secondo grado.

ALTRO RICORSO AL TAR. I legali rossoverdi avrebbero preso questa decisione dopo la sentenza del Tar di ieri, che ha respinto anche la richiesta di Catania e Siena di sospensione della sentenza del Collegio di garanzia. Gli avvocati della Ternana hanno ritenuto che questa mossa possa accorciare i tempi della decisione finale, facendo un ulteriore ricorso al Tar riguardante il criterio D4 impugnato qualche tempo fa dal Novara, e saltando il Consiglio di Stato.

FINE DEL TUNNEL? Presenti oggi Pro Vercelli, Siena e Novara, con l’obiettivo di far accogliere la misura cautelare affinché la questione venga rimessa al Collegio di Garanzia. Questo permetterebbe già dalla settimana prossima di decidere. Figc e Lega di B invece hanno chiesto di rimandare tutto alla collegiale del 23 ottobre davanti al Tar del Lazio. Entro domani i giudici indicheranno la strada da seguire.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News