Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ternana, avvio complicato in campionato: mancanza di condizione, intesa e rebus tattico

Defendi

Le prime due giornate non hanno portato in dote nessuna vittoria: problemi di condizione atletica ed equivoci tattici. E intanto alcune delle altre “ripescabili” marciano a vele spiegate

La Ternana dopo due giornate di campionato è a quota zero vittorie nel Girone B di Serie C, e al Liberati c’è già qualcuno che ha cominciato a mugugnare. Le avversarie affrontate dai rossoverdi non erano certamente di quelle irresistibili, ma è altrettanto vero che le difficoltà avute dalla squadra sono le stesse dai cui De Canio metteva tutti in guardia prima di cominciare.

RITMO PARTITA. L’ attenuante più volte ribadita dal tecnico lucano è stata la mancanza del ritmo partita. La Ternana è vistosamente calata nelle fasi finali delle gare contro Vis Pesaro e Renate, pur cercando di vincere fino all’ultimo puntando sulle doti tecniche, superiori all’avversario. L’aver cominciato a giocare partite vere soltanto ad ottobre è stato sicuramente un fattore da non sottovalutare e ci vorrà probabilmente almeno un mese, un mese e mezzo, per vedere all’opera le vere Fere. Ma è stato così per tutte le altre squadre interessate ai ripescaggi? Il Catania e la Pro Vercelli, compagne di “sventura” dei rossoverdi nel caos giudiziario, non sembrano aver risentito del ritardo di condizione. Le due formazioni viaggiano infatti a punteggio pieno dopo due partite, mentre il Novara ha totalizzato 4 punti su 6 disponibili. Anche l’Entella, le cui gare sono state bloccate, ha vinto nella prima e unica volta in cui è scesa in campo. L’unica ad aver avuto delle difficoltà è stato il Siena, che come la Ternana ha fatto registare due pareggi

AMALGAMA. La maggior parte delle compagini citate, va detto, hanno potuto contare su un organico rinforzato e non rivoluzionato come quello rossoverde. L’aver azzerato quasi del tutto la rosa rispetto allo scorso annoè un altro fattore da non sottovalutare e che sicuramente in Via della Bardesca avranno attentamente preso in considerazione. Se la difesa, a parte il gol incassato da Simonetti e l’occasione del doppio miracolo di Iannarilli nel primo tempo contro il Renate, non ha avuto particolari difficoltà, il centrocampo e l’attacco hanno un pò sofferto. Quello che è balzato subito agli occhi è la mancata intesa tra i tre attaccanti schierati domenica ed il poco assortimento in mezzo al campo.

MODULO. La scelta del 3-4-3 dal primo minuto contro il Renate non ha convinto, De Canio in primis, che ha cambiato modulo ad inizio ripresa inserendo un funambolo come Furlan. L’ex Bari è stato capace di impensierire la difesa brianzola, svariando su tutto il fronte di attacco e rifornendo spesso le punte dei palloni che non erano invece arrivati nei primi 45 minuti. A Terni sta nascendo anche l’equivoco trequartista: sul mercato non è stato acquistato un giocatore di ruolo perchè non previsto dal modulo inziale del mister, che invece nelle prime due uscite ha schierato proprio Furlan, adattandolo a quella posizione.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Toto-allenatore: chi vorreste sulla panchina delle Fere per il dopo-Lucarelli? Votate il sondaggio

Ultimo commento: "Andreazzoli forse è il meglio anche se nel calcio tutto è relativo"

Viciani trionfa ancora, sua la ‘Supercoppa delle Fere’!

Ultimo commento: "Mi erano sfuggite le fasi precedenti per la formazione di questa ideale classifica...ma condivido ampiamente l'esito finale ... quella del Maestro..."

‘Supercoppa delle Fere’: Lucarelli, che colpo! Ora contende il trofeo a Viciani

Ultimo commento: "Non c'è storia....per la qualità dei giocatori per le disponibilità economiche della società di allora Viciani ha fatto quello che fece Nostro..."

Ternana, quale allenatore per la stagione 2022-2023?

Ultimo commento: "Ultime parole famose...."
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News