Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La partita: Marilungo tiene la Ternana a galla ma il pari non soddisfa

L'esultanza di Guido Marliungo dopo il gol

Con il Renate, è 1-1. Ospiti in vantaggio per primi, per i rossoverdi rimedia l’ataccante ex Spezia. Ancora recriminazioni per decisioni arbitrali dubbie, ma ci sono ancora dei limiti.

Un 1-1 che non soddisfa, quello al Liberati tra la Ternana e il Renate. Che non soddisfa i rossoverdi, anche se per i lombardi è un punto prezioso. Una Ternana ancora in rodaggio, troppo inconcludente nel primo tempo, con poco raccordo tra gli attaccanti e con poca concretezza negli ultimi metri di campo. Nella ripresa, trema per lo svantaggio subito inizalmente da Simonetti. Poi, ci pensa Marilungo a riprendere il match, ma oltre il pareggio, pure stavolta, non si va. E nel finale, molti rossoverdi finiscono stanchi.

POCHI SPUNTI, MA UN RIGORE NEGATO. Primo tempo con la Ternana quasi sempre padrona del campo, ma mai concreta. Solo un paio di volte impegna il portiere del Renate Cincilla, anche se c’è da segnalare un rigore apparso netto che l’arbitro Nicoletti di Catanzaro ha negato ai rossoverdi, su una palla ribattuta con la mano praticamente sulla linea di porta da un difensore ospite su tiro di Lopez. Renate più attento a non concedere spazi agli avversari, anche se in un paio di occasioni si fa pericoloso. In una, addirittura, impegna per ben due volte il portiere Iannarilli, che prima deve respingere un tiro di Vannucci e poi deve ribadire su colpo di testa di Frabotta.

BOTTA E RISPOSTA. MA FINISCE LI’. Ripresa: il Renate parte meglio. Nei primi minuti la Ternana soffre un paio di ripartenze. Al 7′, ecco il vantaggio degli ospiti, con palla portata avanti dall’ottimo Frabotta e messa in mezzo con un cross basso al centro della difesa, dove Simonetti sbuca e anticipa tutti, insaccando da posizione ravvicinata. E’ lì, che De Canio si accorge che il 3-4-3 inizialmente schierato funziona poco. E allora, passa al 4-3-1-2 con Furlan dentro e sulla trquarti. Le cose migliorano. In pochi minuti, la squadra rossoverde rinasce e riprende in mano le operazioni. Al 13′, trova il pari grazie a Marilungo, che reiesce a mettere in porta un pallone poco prima respinto da Cincilla su tiro di Nicastro. Passano ancora pochi minuti e Marilungo deposita di nuovo il pallone nella porta, ma il guardalinee sbandiera un fuorigioco molto dubbio (proprio come a Pesaro). Poi, la Ternana comincia a riaddormentarsi. Torna la sterilità e subentra pure la stanchezza. Non sucede più nulla, tranne una paratona di Cincilla su un tiro ravvicinato di Marilugo. Finisce 1-1.

IL PATRON IN PANCHINA. Anche Stefano Bandecchi, patron della Ternana, era allo stadio per Ternana-Renate. Il numero uno di Unicusano, come prannunciato da lui stesso in settimana, è andato in panchina. Ha seguito la gara dei suoi giocatori con molta attenzione e con molta partecipazione, soffrendo fino alla fine. Questo, sebbene il suo atteggiamento ha fatto trasparire un Bandecchi comunque  molto sereno e molto tranquillo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News