Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

In serie B, vola la “Ternana degli ex”

Il Lecce di mister Liverani e di ben sei rossoverdi del recente passato, va a vincere sul campo della corazzata Verona. Un capolavoro tattico.

Le cronache parlano di capolavoro tattico da parte dell’ex tecnico della salvezza-miracolo della Ternana. Fabio Liverani giuda il suo Lecce nelle zone alte della classifica di serie B. La squadra giallorossa, che annovera ben sei ex calciatori delle Fere, è andata a fare il colpaccio a Verona, contro la corazzata della serie B. Ed ora, i giallorossi vedono la vetta da vicino.

SUCCESSO PREPARATO. Una sfida preparata tatticamente in maniera minuziosa. Un Lecce capace di interpretare al meglio la trasferta del Bentegodi e capace di vincere. Anche con un po’ di fortuna, ma cercando e volendo il successo per 2-0 che, con le reti di Mancosu e di La Mantia, portano la squadra del tecnico romano a candidarsi per un posto nei playoff e, forse, non solo per quello. Un figirone, per Liverani, che ha come vice Manuel Coppola, altro ex di quella Ternana del miracolo salvezza.

ROCCIA MECCARIELLO. Un altro degli ex rossoverdi ad aver disputato una prova maiuscola è stato Biagio Meccariello. Il difensore, già con Liverani a Terni, ha disputato una prova caparbia e di attenzione. E davanti a lui, si è ritrovato spesso un “certo” Giampaolo Pazzini. Una di quelle prestazioni nelle quali il difensore nativo del Sannio concede poco e nulla all’attaccante avversario.

BENE GLI ALTRI EX. Buone prove, sostanzialmente, anche per altri ex delle Fere come Jacopo Petriccione e Simone Palombi. Entrambi erano nell’undici titolare sceso in campo al Bentegodi contro la fomazione scaligera. E per entranbi, una prova più che positiva. Durante la ripresa, spazio anche a Stefano Pettinari, subentrato a pochi minuti dal termine a La Mantia. In panchina sono, invece, rimasti Marco Bleve e Andrea Arrigoni.

RAGUSA ININFLUENTE. Nell‘Hellas Verona, l’ex rossoverde in campo è stato Antonino Ragusa. L’allenatore Fabio Grosso lo ha mandato in campo a ridosso della mezz’ora della ripresa al posto del difensore Eguelfi. Il suo ingresso, però, non ha sortito effetti. Il suo Verona ha dovuto incassare una sconfitta interna che fa male, sebbene non scalza i gialloblu dalla vetta della classifica, che al momento occupano.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News