Resta in contatto

News

De Canio spegne le candeline. E se gli arrivasse un regalo?

Il tecnico della Ternana compie gli anni nella giornata di oggi. Chissà che non possa giungergli un presente in giornata, dal Tar del Lazio…

Compleanno con attesa, per l’allenatore della Ternana, Luigi De Canio. In una giornata che può essere decisiva per il futuro della squadra rossoverde e, in particolare, per sapere se potrà essere ripescata in serie B. In giornata, infatti, è attesa la decisione del Tar del Lazio, riunito in Camera di consiglio a Roma dopo l’udienza della mattina.

COMPLEANNO AL LAVORO. Le candeline che il mister spegne, oggi, sono 61. E’ nato infatti il 26 settembre del 1957, a Matera. Per lui, è il primo compleanno che passa in rosssoverde. In mattinata, intanto, lo ha trascorso al lavoro con i suoi giocatori, impegnati nell’allenamento di Campitello dove la squadra ha cominciato a preparare la partita di domenica pomeriggio con la Vis Pesaro in trasferta, partita ado ggi fissata per quella data e per le ore 18,30 e valevole per la quarta giornata del campionato di serie C, girone B.

UN REGALO SPERATO. Ma il tecnico rossoverde, che vanta parecchie panchine in serie A alla guida di Genoa, Siena, Reggina, Catania, Lecce e Udinese; potrebbe avere anche un regalo speciale. Un regalo che possa arrivare dalla giustizia, nella fattispecie dal Tar del Lazio, Lo stesso tribunale amministrativo regionale è atteso al pronunciamento della decisione in Camera di consiglio che potrebbe essere decisiva per la Ternana: confermare la decisione del Collegio di garanzia del Coni e lasciare tutto così come è con la B a 19 squadre, oppure rimandare tutto al collegio stesso e riaprire subito le speranze di ripescaggio in serie B per le Fere. Il mister  attende e incrocia le dita. Così come tutta la tifoseria ternana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News