Resta in contatto

News

Caso plusvalenze, al Chievo solo un -3

Accolte le istanze della Procura federale ma la pena è minima: 3 punti di penalizzazione da scontare nella stagione in corso per il club veronese, Campedelli fermato per tre mesi e una piccola multa

Se l’è cavata con 3 punti di penalizzazione da scontare nella stagione in corso il Chievo Verona, più 200.000 euro di multa e tre mesi di inibizione al suo presidente Luca Campedelli, un mese e 15 giorni di inibizione ai consiglieri della società Piero Campedelli, Giuseppe Campedelli, Michele Cordioli e Antonio Cordioli. E’ questo il verdetto del Tribunale federale nazionale – Sezione Disciplinare – presieduto da Cesare Mastrocola che oggi ha accolto il deferimento del Procuratore federale, per avere ‘sottoscritto le variazioni di tesseramento di alcuni giocatori indicando un corrispettivo superiore al reale e per avere contabilizzato neibilanci plusvalenze fittizie e immobilizzazioni materiali di valore superiore al massimo delle norme che regolano i bilanci delle società di capitali, condotte finalizzate a far apparire un patrimonio netto superiore a quello esistente alla fine di ciascun esercizio e ciascun semestre così da ottenere la Licenza Nazionale e l’iscrizione al campionato delle stagioni 2015/2016, 2016/2017, 2017/2018 in assenza dei requisiti previsti dalla normativa federale’. Nulla di fatto nei confronti del Cesena essendo sopravvenuta la revoca dell’affiliazione, mentre sono stati inibiti per un mese e 15 giorni i consiglieri della società Guido Aldini e Samuele Mariotti.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News