Resta in contatto

News

Abuso d’ufficio, il Catania denuncia Fabbricini

I siciliani non mollano, vogliono la B. Depositato l’atto in Procura a Roma alla vigilia del pronunciamento del Collegio di garanzia del Coni. ‘Ha cambiato le regole per soddisfare le aspettative dei club che volevano più soldi’

Una denuncia per abuso d’ufficio al commissario Figc Fabbricini. La mossa, a sorpresa ma non troppo, arriva da parte del Catania che evidentemente non ha alcuna intenzione di rinunciare a disputare il campionato di serie B. Arriva esattamente alla vigilia del pronunciamento da parte del Collegio di garanzia del Coni e dopo l’avvio del campionato cadetto a 19 squadre. L’atto è stato consegnato oggi negli uffici della Procura di Roma dal presidente del club siciliano, Davide Franco, assistito dall’avvocato Cesare Placanica. Nella denuncia-querela si punta il dito contro Fabbricini e contro “coloro che dovessero avere concorso con lo stesso, per averlo istigato nella perpetrazione del reato di abuso di ufficio”. Che consisterebbe, nella fattispecie, nella violazione delle norme organizzative che ha permesso la creazione di un campionato di serie B a 19 squadre invece che delle 22 previste nel format originale. “Fabbricini – si legge nella denuncia – ha cambiato le regole”, attuando così “un abuso dei poteri del suo ufficio, una nuova norma che gli consentisse di perseguire il suo obiettivo di formare un campionato di calcio di Serie B con solo 19 squadre, soddisfacendo così l’aspettativa di un maggior guadagno da parte di chi già faceva parte del campionato”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

I Miti rossoverdi

IN ROSSOVERDE L'ANNATA MIGLIORE DI "CICCIO"

Corrado Grabbi

IL NOSTALGICO CENTRAVANTI DIVENTATO IDOLO DI TERNI

Massimo Borgobello

L'ATTACCANTE DI BORGO RIVO, IL "BOMBER CON LA SCIARPA AL COLLO"

Riccardo Zampagna

Altro da News