Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Furio Zara: “Calcio italiano in default. Ternana, anno chiave”

Furio Zara

Il giornalista del Corriere dello Sport ed opinionista de La Domenica Sportiva: “L’incertezza sui ripescaggi a fine agosto è una vergogna tutta italiana che penalizza il movimento e non dà certezze a club come quello rossoverde, che hanno voglia di ripartire”

Giornalista, scrittore, oratore sportivo fra i più brillanti. Furio Zara oltre ad essere una prestigiosa firma del Corriere dello Sport, da quest’anno è anche ospite fisso a La Domenica Sportiva di Rai 2. Noi di Calciofere.it lo incontriamo  a Perugia il 30 agosto, in occasione di un appuntamento di aggiornamento per i giornalisti. In esclusiva ai nostri microfoni, parla di serie B a 19 squadre, ripescaggio e Ternana.

Come  ogni anno il calcio va in default e non è bello – dice –  Credo purtroppo si andrà avanti con ricorsi e contro ricorsi, non è un buon segnale per il movimento calcistico italiano, questo ovviamente al netto delle ragioni tutte valide delle varie squadre coinvolte, fra le quali anche la Ternana. Siamo a fine agosto ancora a parlare di una serie B che non ha una sua definizione concreta“.

Ternana penalizzata in fase di mercato. Zara conferma: “Ci troviamo a stagione iniziata, visto che la serie B è partita, con la Ternana che non sa con quale tipo di ambizioni dovrà misurarsi e che sta ancora aspettando di capire e sapere a quale campionato devono guardare, con quali avversarie doversi misurare e quindi ovviamente che tipo di squadra costruire. Ma se allarghiamo l’orizzonte, ne esce penalizzato tutto il movimento, questa è una vergogna che accade soltanto in Italia, che a campionati partiti non ci siano ancora certezze. E senza certezze si inficia tutta la bontà di un movimento”.

PUNTO DI SVOLTA. Con Furio Zara, che è amico dell’Umbria e di Terni l’occasione è buona anche per parlare della nuova società e delle sue ambizioni: “Il tempo dirà se l’arrivo di questa proprietà con Bandecchi patron sarà stata una scelta buona, certamente dopo la retrocessione questo è un anno di passaggio e molto delicato e capire quale campionato dovrà giocare, darà alla Ternana una prima certezza.  Se la società riuscisse in qualche modo a restare aggrappata alla serie B sarebbe un ottimo punto di partenza“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

“Lele” Ratti, il recordman di presenze in rossoverde

Ultimo commento: "28 reti no di sicuro ,non segnò mai."

Top 11 rossoverde: Grava, partito dalle Fere e arrivato alla fascia che fu di Maradona

Ultimo commento: "Un calciatore che ha' fatto della determinazione ed abnegazione il suo percorso formativo e calcistico , dando spesso tutto di se sudando la maglia..."

Top 11 della Ternana: Borgobello, vicecapocannoniere della storia rossoverde

Ultimo commento: "A Siena fu bellissima. Grava espulso e Mareggini che faceva le uscite di testa.... Grande Borgo, uno che in campo non mollava mai"

Riccardo Zampagna, il segno sulla sua Ternana

Ultimo commento: "Me lo ricordo. Un grande!"

Claudio Tobia, il ‘Cinghiale’ con la pelle rossoverde

Ultimo commento: "Claudio Tobia a Catanzaro lo ricordiamo con affetto per essere stato il Mister della promozione in B 1986 / 1987"
Advertisement

Altro da Esclusive