Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Ugo Russo: “Vergogna B a 19, Ternana penalizzata”

Ugo Russo

Colloquio a tutto campo con  la voce storica di Radio Rai: “Campionati dispari nemmeno nei dilettanti. Impossibile fare mercato nell’incertezza sui ripescaggi. I rossoverdi possono fare bene, ma ora dovranno comunque risistemare la rosa. Il calcio di oggi? Soporifero. E finito”

Migliaia di telecronache, centinaia di eventi raccontati in 52 anni di carriera. Ugo Russo, voce storica di Radio Rai e Tutto il calcio Minuto per minuto, oggi si gode la pensione ed una attività di scrittore. Proprio in questi giorni è uscito “Quanto erano belli gli anni Sessanta“, un racconto del decennio d’oro italiano fra sport, spettacolo, cronaca ed aneddoti.

VERGOGNA. Ma con lui, sempre attento osservatore del mondo calcistico anche da fuori, l’occasione è buona per parlare in esclusiva per CalcioFere di Ternana e – soprattutto – della questione ripescaggi, con la B a 19. Ugo Russo non ha dubbi in proposito: “Questa serie B a 19 con i mancati ripescaggi è una vergogna per tutto il calcio, possiamo ben dire che il calcio è finito, anzi a dirla tutta è finito dai tempi di calciopoli. Bisognava fermarsi due anni, punire seriamente tutte le squadre coinvolte e poi riformare il sistema”. Calcio brutto e noioso, quello moderno, secondo Russo: “Con una battuta potrei dire che è un rimedio all’insonnia“.

Poi scende nel dettaglio: “Una volta, quando c’era il vero calcio, se si voleva riformare un campionato, si andava per gradi, ci volevano due, tre anni ora in una estate hanno stravolto tutto. E’ una mancanza di rispetto verso la Ternana e verso le squadre coinvolte nella questione ripescaggi: prima hanno fatto loro allestire squadre che potevano magari andare bene anche per la B, poi all’ultimo, in un pomeriggio, decidono che non se ne fa più niente. Senza contare che il secondo campionato italiano non può avere 19 squadre, oggi non si vede più nemmeno in Eccellenza o in Promozione. Ma ve la immaginate l’ultima giornata, con magari una delle squadre coinvolte per un obiettivo, che riposa e le altre giocano? Assurdo“.

Russo assolve Fabbricini: “Ha fatto molto per il calcio, è un grande uomo di sport e quando ha preso in mano la Figc era veramente ad un passo dal baratro. Purtroppo in questa storia si è trovato in mezzo, stretto fra varie situazioni“. Nessuna assoluzione invece per il presidente della Lega di B Mauro Balata: “E’ appena arrivato nel calcio, non può permettersi di comandare. Non è vero poi che riducendo il numero delle squadre si evitano rischi di fallimenti. E poi tre squadre in meno, non una! Una cosa folle“.

TERNANA PENALIZZATA. Russo dall’alto della sua esperienza non ha dubbi: “E’ stato fatto un grande torto, alla Ternana e alle altre squadre coinvolte in questa vicenda. Soprattutto perchè sono state a lungo ferme nel mercato, non sapendo quale campionato dovessero fare. Riguardo alla Ternana io credo che poteva anche provare ad allestire subito una buona rosa per la serie B, o magari anche una direttamente per vincere la C, ma in questa incertezza è difficile. Adesso, comunque vada, dovrà tornare sul mercato, o per rinforzarsi per la serie cadetta o per vincere la serie C. E dovrà aspettare la sessione invernale. E’ come una partenza ad handicap. Senza contare che se dovesse essere serie B , come le auguro, dovrà recuperare parecchie partite, con tutte le conseguenze del caso”

Infine, una parola per Gigi De Canio:Per lui parla la carriera, ha sempre fatto molto bene, penso che sia il tecnico giusto per una piazza come Terni“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Esclusive